Negli ultimi decenni si e assistito al progressivo innalzamento della temperatura globale del pia- neta causato dalle emissioni di gas serra nell’atmosfera: uno degli effetti più evidenti di tale sur- riscaldamento globale è il cosiddetto Urban Heat Island (UHI) effect che comporta un sensibile aumento delle temperature in corrispondenza delle aree urbane, con gravi danni sull’uomo e sull’ambiente. L’articolo riporta i risultati ottenuti attraverso la sperimentazione progettuale e le simulazioni analitiche condotte per valutare l’efficacia dell’utilizzo della vegetazione e dell’ac- qua nebulizzata come strategie combinate di mitigazione del microclima urbano in ambito Me- diterraneo, in cui sempre più frequentemente si verificano insostenibili ondate di calore durante la stagione estiva. La verifica di alcuni dei benefici derivabili dall’applicazione di tali strategie è stata condotta utilizzando software dedicati che hanno consentito di quantificare l’effettivo abbassamento delle temperature in uno spazio urbano coperto ottenuto grazie all’installazione di un “canopy verde”, una microarchitettura aperta, installabile in contesti urbani densamente edi- ficati qual è quello del centro storico di Palermo, luogo scelto per la sperimentazione. Lo studio è stato articolato in tre parti: la prima, dedicata ad una breve analisi del fenomeno dell’UHI e del surriscaldamento globale analizzando cause, conseguenze ed eventuali strategie utilizzabili per contrastarlo; la seconda, dedicata al progetto del “canopy verde”, una microarchitettura aperta – integrata con elementi vegetali e con nebulizzatori d’acqua – finalizzata al miglioramento del benessere outdoor delle utenze deboli durante le andate di calore estive; la terza, dedicata all’ana- lisi microclimatica dello scenario urbano ridefinito grazie all’inserimento della microarchitettura progettata e confrontato con lo stato di fatto, al fine di quantificare l’effettivo raffrescamento ottenuto e l’efficacia della soluzione progettuale proposta.

R. Corrao, A.R. Cataldo, & G. L. Danesi (2020). Cooling islands: microarchitetture per il benessere delle utenze deboli durante le ondate di calore in ambito mediterraneo. In S.M. Cascone, G. Margani, & V. Sapienza (a cura di), NEW HORIZONS FOR SUSTAINABLE ARCHITECTURE - NUOVI ORIZZONTI PER L’ARCHITETTURA SOSTENIBILE (pp. 1696-1713). Monfalcone (Gorizia) : Edicom.

Cooling islands: microarchitetture per il benessere delle utenze deboli durante le ondate di calore in ambito mediterraneo

R. Corrao
Conceptualization
;
2020

Abstract

Negli ultimi decenni si e assistito al progressivo innalzamento della temperatura globale del pia- neta causato dalle emissioni di gas serra nell’atmosfera: uno degli effetti più evidenti di tale sur- riscaldamento globale è il cosiddetto Urban Heat Island (UHI) effect che comporta un sensibile aumento delle temperature in corrispondenza delle aree urbane, con gravi danni sull’uomo e sull’ambiente. L’articolo riporta i risultati ottenuti attraverso la sperimentazione progettuale e le simulazioni analitiche condotte per valutare l’efficacia dell’utilizzo della vegetazione e dell’ac- qua nebulizzata come strategie combinate di mitigazione del microclima urbano in ambito Me- diterraneo, in cui sempre più frequentemente si verificano insostenibili ondate di calore durante la stagione estiva. La verifica di alcuni dei benefici derivabili dall’applicazione di tali strategie è stata condotta utilizzando software dedicati che hanno consentito di quantificare l’effettivo abbassamento delle temperature in uno spazio urbano coperto ottenuto grazie all’installazione di un “canopy verde”, una microarchitettura aperta, installabile in contesti urbani densamente edi- ficati qual è quello del centro storico di Palermo, luogo scelto per la sperimentazione. Lo studio è stato articolato in tre parti: la prima, dedicata ad una breve analisi del fenomeno dell’UHI e del surriscaldamento globale analizzando cause, conseguenze ed eventuali strategie utilizzabili per contrastarlo; la seconda, dedicata al progetto del “canopy verde”, una microarchitettura aperta – integrata con elementi vegetali e con nebulizzatori d’acqua – finalizzata al miglioramento del benessere outdoor delle utenze deboli durante le andate di calore estive; la terza, dedicata all’ana- lisi microclimatica dello scenario urbano ridefinito grazie all’inserimento della microarchitettura progettata e confrontato con lo stato di fatto, al fine di quantificare l’effettivo raffrescamento ottenuto e l’efficacia della soluzione progettuale proposta.
Settore ICAR/10 - Architettura Tecnica
978-88-96386-94-1
http://artecweb.org/2020/wp-content/uploads/2020/12/Colloqui.AT_.e-2020.pdf
R. Corrao, A.R. Cataldo, & G. L. Danesi (2020). Cooling islands: microarchitetture per il benessere delle utenze deboli durante le ondate di calore in ambito mediterraneo. In S.M. Cascone, G. Margani, & V. Sapienza (a cura di), NEW HORIZONS FOR SUSTAINABLE ARCHITECTURE - NUOVI ORIZZONTI PER L’ARCHITETTURA SOSTENIBILE (pp. 1696-1713). Monfalcone (Gorizia) : Edicom.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
ESTRATTO reduced.pdf

accesso aperto

Descrizione: articolo principale
Tipologia: Versione Editoriale
Dimensione 2.5 MB
Formato Adobe PDF
2.5 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10447/480861
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact