This paper focuses on the description of a project to train language mediators in the legal field at the University of Bologna in the years 2011-2020, designed and implemented to meet a need for language services for foreign communities in Bologna and the Emila Romagna Region. It focuses specifically on the legal field, but the project can function as a 'model' for mediation/interpretation courses in other fields as well, for example, the social/health field. The paper provides a territorial and institutional introductory framework regarding foreigners in contact with the legal sphere by emphasizing the importance of language mediation for the protection of rights and community safety based also on national and international laws and treaties.

Rudvin M. (2022). La formazione di mediatori linguistici come dispositivo funzionale per la comunicazione fra migrante e società ospite, la promozione dell’integrazione e la cittadinanza attiva. Case study di un progetto per la formazione in ambito giuridico.. In Cioppi A., Seu M. E. (a cura di), Le Buone pratiche del sistema di Accoglienza. Casi studio, miscellanea multidisciplinare del Corso di Formazione organizzato dall’ISEM-CNR e dal MiPAAF nell’ambito del Progetto “Migrazioni & Mediterraneo. L’Osservatorio Sardegna" (pp. 627-647). Pacini.

La formazione di mediatori linguistici come dispositivo funzionale per la comunicazione fra migrante e società ospite, la promozione dell’integrazione e la cittadinanza attiva. Case study di un progetto per la formazione in ambito giuridico.

Rudvin M.
Primo
Writing – Original Draft Preparation
2022-01-01

Abstract

This paper focuses on the description of a project to train language mediators in the legal field at the University of Bologna in the years 2011-2020, designed and implemented to meet a need for language services for foreign communities in Bologna and the Emila Romagna Region. It focuses specifically on the legal field, but the project can function as a 'model' for mediation/interpretation courses in other fields as well, for example, the social/health field. The paper provides a territorial and institutional introductory framework regarding foreigners in contact with the legal sphere by emphasizing the importance of language mediation for the protection of rights and community safety based also on national and international laws and treaties.
2022
Settore L-LIN/12 - Lingua E Traduzione - Lingua Inglese
9791254860670
Rudvin M. (2022). La formazione di mediatori linguistici come dispositivo funzionale per la comunicazione fra migrante e società ospite, la promozione dell’integrazione e la cittadinanza attiva. Case study di un progetto per la formazione in ambito giuridico.. In Cioppi A., Seu M. E. (a cura di), Le Buone pratiche del sistema di Accoglienza. Casi studio, miscellanea multidisciplinare del Corso di Formazione organizzato dall’ISEM-CNR e dal MiPAAF nell’ambito del Progetto “Migrazioni & Mediterraneo. L’Osservatorio Sardegna" (pp. 627-647). Pacini.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
RUDVIN_CNR Cagliari La Formazione dei Mediatori Linguistici.pdf

Solo gestori archvio

Descrizione: Articolo principale
Tipologia: Versione Editoriale
Dimensione 124.67 kB
Formato Adobe PDF
124.67 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10447/641018
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact