L’ambiente è forse il principale e primo bene effettivamente condiviso da tutta l’umanità e, nonostante la difficoltà nel darne una univoca definizione giuridica, la sua rilevanza è stata incontestabilmente riconosciuta a livello internazionale, europeo e nazionale, come testimonia la copiosa produzione normativa, giurisprudenziale e dottrinale. La coesistenza di tante diverse normative ambientali rende questa materia particolarmente interessante a livello comparatistico e, tra le possibili considerazioni, quella che ha ispirato questo lavoro nasce dall’osservazione della natura prettamente pubblicistica delle norme e degli strumenti di tutela approntati dall’ordinamento italiano e dalla maggior parte di quelli di Civil law. La rinnovata attenzione alla necessità di un approccio sostenibile all’ambiente, infatti, ha riacceso il dibattito sull’efficacia di queste norme, mai del tutto sopito e anzi ravvivato da dati spesso non soddisfacenti. Da ciò nasce l’interesse per modelli di tutela ambientale di natura privatistica, da molti anni applicati efficacemente nei sistemi di Common law e solo recentemente affiancati, ma mai sostituiti, da norme e principi pubblicistici, nazionali e sovranazionali. Tra questi strumenti, uno dei più interessanti è il trust, che grazie alla sua duttilità è già stato oggetto di fenomeni circolatori ed è oggi molto diffuso anche oltre i confini del Common law, spesso declinato, in materia ambientale, nella particolare forma del Charitable trust, come il National trust fund britannico, il National trust for historic preservation negli Stati Uniti, e il National trust of Australia. Questo lavoro mira proprio all’analisi comparata del trust come strumento di tutela ambientale, confrontandone funzioni e risultati con quelli ottenuti nei sistemi di Civil law, dove la tutela privatistica è rimasta finora in secondo piano.

Tristano, R. (2022). Trust e modelli di tutela privatistica dell’ambiente. In S. Lanni (a cura di), Sostenibilità globale e culture giuridiche comparate: atti del Convegno SIRD - Milano, 22 aprile 2022 (pp. 73-88). G. Giappichelli Editore srl.

Trust e modelli di tutela privatistica dell’ambiente

Tristano, R
2022-08

Abstract

L’ambiente è forse il principale e primo bene effettivamente condiviso da tutta l’umanità e, nonostante la difficoltà nel darne una univoca definizione giuridica, la sua rilevanza è stata incontestabilmente riconosciuta a livello internazionale, europeo e nazionale, come testimonia la copiosa produzione normativa, giurisprudenziale e dottrinale. La coesistenza di tante diverse normative ambientali rende questa materia particolarmente interessante a livello comparatistico e, tra le possibili considerazioni, quella che ha ispirato questo lavoro nasce dall’osservazione della natura prettamente pubblicistica delle norme e degli strumenti di tutela approntati dall’ordinamento italiano e dalla maggior parte di quelli di Civil law. La rinnovata attenzione alla necessità di un approccio sostenibile all’ambiente, infatti, ha riacceso il dibattito sull’efficacia di queste norme, mai del tutto sopito e anzi ravvivato da dati spesso non soddisfacenti. Da ciò nasce l’interesse per modelli di tutela ambientale di natura privatistica, da molti anni applicati efficacemente nei sistemi di Common law e solo recentemente affiancati, ma mai sostituiti, da norme e principi pubblicistici, nazionali e sovranazionali. Tra questi strumenti, uno dei più interessanti è il trust, che grazie alla sua duttilità è già stato oggetto di fenomeni circolatori ed è oggi molto diffuso anche oltre i confini del Common law, spesso declinato, in materia ambientale, nella particolare forma del Charitable trust, come il National trust fund britannico, il National trust for historic preservation negli Stati Uniti, e il National trust of Australia. Questo lavoro mira proprio all’analisi comparata del trust come strumento di tutela ambientale, confrontandone funzioni e risultati con quelli ottenuti nei sistemi di Civil law, dove la tutela privatistica è rimasta finora in secondo piano.
Settore IUS/02 - Diritto Privato Comparato
9788892123571
978-88-921-7234-0
Tristano, R. (2022). Trust e modelli di tutela privatistica dell’ambiente. In S. Lanni (a cura di), Sostenibilità globale e culture giuridiche comparate: atti del Convegno SIRD - Milano, 22 aprile 2022 (pp. 73-88). G. Giappichelli Editore srl.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
07 Sezione I Capitolo 5 Tristano [73-88]-3.pdf

Solo gestori archvio

Tipologia: Versione Editoriale
Dimensione 3.68 MB
Formato Adobe PDF
3.68 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10447/568300
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact