La costruzione del paesaggio ibleo: reti deboli, segni forti