A long reflection on the meaning of accessibility opens the essay, starting from the etymology of the word, following up on its evolution and consequential institutional recognition, proceeding with the developments that are the foundation of two main fields, one in the material context of the physical sphere and the other in the intangible context of the cultural sphere. The latter is the subject investigated and reevaluated through the principles of the communication design discipline. If we can associate the idea of threshold to the concept of physical accessibility, implying the passing of any kind of barriers , limits and obstacles hence allowing the dissolution of the solution of continuity between the parts, in equal measure, but with a different meaning, cultural accessibility introduces some other types of thresholds that enable the connection of invisible content and intangible components with graphical systems designed and obtained by composition of shapes, typography, pictograms, colours, that let us witness an overlap between the concept of accessibility and those of clarity and readability. Graphical systems that can’t be obtained simply by sticking to ministerial guidelines, but that require, in order, specific skills, knowledge and translation of cultural content, approach to a new design everyday more systemic and truly inclusive.

Una lunga riflessione sul significato di accessibilità introduce il saggio, partendo dall’etimologia del termine, assecondandone l’evoluzione e il conseguente riconoscimento istituzionale, seguendone poi gli sviluppi che danno vita a due indirizzi distinti, contestualizzabili rispettivamente nell’ambito materiale della sfera fisica e nell’ambito immateriale della sfera culturale. Quest’ultimo è l’ambito che viene approfondito e riletto attraverso la disciplina del design della comunicazione visiva. Se al concetto di accessibilità fisica si associa quello di soglia che implica il superamento di ogni tipo di barriera, limite, ostacolo, consentendo l’annullamento di soluzioni di continuità tra le parti, allo stesso modo, seppure con un significato differente, l’accessibilità culturale introduce delle soglie che consentono di connettere contenuti invisibili ed elementi intangibili con sistemi grafici progettati e ottenuti dalla composizione di forme, tipografie, pittogrammi, colori, in cui al concetto di accessibilità si sovrappone quello di chiarezza e leggibilità. Sistemi grafici che non possono essere ottenuti semplicemente attenendosi alle indicazioni contenute nelle linee guida ministeriali ma che richiedono nell’ordine competenze specifiche, conoscenza e traduzione dei contenuti culturali, approccio a una nuova progettualità integrata e realmente inclusiva.

FERRARA, C. (2021). L’ACCESSO A UNA FELICITÀ DEL POSSIBILE. In M.L. Germanà, R. Prescia (a cura di), L’ACCESSIBILITÀ NEL PATRIMONIO ARCHITETTONICO ACCESSIBILITY IN ARCHITECTURAL HERITAGE (pp. 94-99). Conegliano (TV) : Anteferma.

L’ACCESSO A UNA FELICITÀ DEL POSSIBILE

FERRARA, Cinzia
2021

Abstract

Una lunga riflessione sul significato di accessibilità introduce il saggio, partendo dall’etimologia del termine, assecondandone l’evoluzione e il conseguente riconoscimento istituzionale, seguendone poi gli sviluppi che danno vita a due indirizzi distinti, contestualizzabili rispettivamente nell’ambito materiale della sfera fisica e nell’ambito immateriale della sfera culturale. Quest’ultimo è l’ambito che viene approfondito e riletto attraverso la disciplina del design della comunicazione visiva. Se al concetto di accessibilità fisica si associa quello di soglia che implica il superamento di ogni tipo di barriera, limite, ostacolo, consentendo l’annullamento di soluzioni di continuità tra le parti, allo stesso modo, seppure con un significato differente, l’accessibilità culturale introduce delle soglie che consentono di connettere contenuti invisibili ed elementi intangibili con sistemi grafici progettati e ottenuti dalla composizione di forme, tipografie, pittogrammi, colori, in cui al concetto di accessibilità si sovrappone quello di chiarezza e leggibilità. Sistemi grafici che non possono essere ottenuti semplicemente attenendosi alle indicazioni contenute nelle linee guida ministeriali ma che richiedono nell’ordine competenze specifiche, conoscenza e traduzione dei contenuti culturali, approccio a una nuova progettualità integrata e realmente inclusiva.
Settore ICAR/13 - Disegno Industriale
978-88-32050-94-3
FERRARA, C. (2021). L’ACCESSO A UNA FELICITÀ DEL POSSIBILE. In M.L. Germanà, R. Prescia (a cura di), L’ACCESSIBILITÀ NEL PATRIMONIO ARCHITETTONICO ACCESSIBILITY IN ARCHITECTURAL HERITAGE (pp. 94-99). Conegliano (TV) : Anteferma.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
2.1_Ferrara.pdf

accesso aperto

Tipologia: Versione Editoriale
Dimensione 3.75 MB
Formato Adobe PDF
3.75 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10447/481815
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact