I fruttiferi di origine tropicale più diffusi in Italia sono il mango, l’avocado, il litchi e la papaya, ai quali fanno da corollario poche altre specie, definibili minori per la loro diffusione sporadica in micro aree vocate, come il nespolo del Giappone, l’anona, il banano e la passiflora. La coltivazione di queste specie esotiche in Italia è concentrata al Sud Italia con la quasi totalità degli impianti di mango, avocado e litchi sulle coste tirreniche della Sicilia. In queste aree hanno trovato condizioni vocate che permettono alle piante di vegetare, seppur con alcuni adattamenti fisiologici ed agronomici, permettendo buone rese ed eccellente qualità dei frutti. La diffusione di queste specie risale agli anni ’80 e in alcuni casi anche agli anni ’70, ma nel corso degli ultimi dieci anni, complice l’avvicendarsi di inverni più miti e di estati meno siccitose, si assiste ad una crescita esponenziale delle superfici interessate da tali colture.

Vittorio Farina (2020). I frutti tropicali e sub-tropicali. In Giancarlo Colelli e Paolo Inglese (a cura di), Gestione della qualità e conservazione dei prodotti ortofrutticoli (pp. 351-361). Edagricole.

I frutti tropicali e sub-tropicali

Vittorio Farina
2020

Abstract

I fruttiferi di origine tropicale più diffusi in Italia sono il mango, l’avocado, il litchi e la papaya, ai quali fanno da corollario poche altre specie, definibili minori per la loro diffusione sporadica in micro aree vocate, come il nespolo del Giappone, l’anona, il banano e la passiflora. La coltivazione di queste specie esotiche in Italia è concentrata al Sud Italia con la quasi totalità degli impianti di mango, avocado e litchi sulle coste tirreniche della Sicilia. In queste aree hanno trovato condizioni vocate che permettono alle piante di vegetare, seppur con alcuni adattamenti fisiologici ed agronomici, permettendo buone rese ed eccellente qualità dei frutti. La diffusione di queste specie risale agli anni ’80 e in alcuni casi anche agli anni ’70, ma nel corso degli ultimi dieci anni, complice l’avvicendarsi di inverni più miti e di estati meno siccitose, si assiste ad una crescita esponenziale delle superfici interessate da tali colture.
Settore AGR/03 - Arboricoltura Generale E Coltivazioni Arboree
Vittorio Farina (2020). I frutti tropicali e sub-tropicali. In Giancarlo Colelli e Paolo Inglese (a cura di), Gestione della qualità e conservazione dei prodotti ortofrutticoli (pp. 351-361). Edagricole.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Postraccolta_cap 12 per iris.pdf

Solo gestori archvio

Tipologia: Versione Editoriale
Dimensione 4.77 MB
Formato Adobe PDF
4.77 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10447/480908
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact