Il paper propone un contributo al macro-tema dello sviluppo locale, partendo dai concetti chiave indispensabili per trattare tale argomento e, concentrandosi successivamente, sulla visione patrimoniale del territorio e sul potenziale detenuto dalle aree interne dove i nuclei storici, ma non solo questi, sono luoghi che stanno soffrendo una crisi delle identità e assistono impotenti a processi di spopolamento e di impoverimento economico e sociale. Il patrimonio assume quindi un ruolo determinante per uno sviluppo locale auto-sostenibile, capace di mettere a valore le componenti sottoutilizzate per nuovi abitanti e nuovi stili di vita, non tralasciando un fattore di grande rilevanza e cioè la qualità della vita che questi luoghi offrono, di gran lunga superiore alla media delle aree urbane. Il contributo si conclude con una riflessione sull’Area interna dei Nebrodi, con l’intento di costruire un primo quadro sullo stato patrimoniale dei 21 comuni dell’area interna, delineando quindi l’entità dei beni disponibili.

CAMARDA, C. (2020). La conoscenza del quadro patrimoniale come orizzonte metodologico per riabitare i territori interni. In L'Urbanistica italiana di fronte all'Agenda 2030 : portare territori e comunità sulla strada della sostenibilità e della resilienza : atti della XXII Conferenza Nazionale SIU - Società italiana degli Urbanisti (pp. 1758-1764). Roma-Milano : Planum.

La conoscenza del quadro patrimoniale come orizzonte metodologico per riabitare i territori interni

CAMARDA, Cosimo
2020

Abstract

Il paper propone un contributo al macro-tema dello sviluppo locale, partendo dai concetti chiave indispensabili per trattare tale argomento e, concentrandosi successivamente, sulla visione patrimoniale del territorio e sul potenziale detenuto dalle aree interne dove i nuclei storici, ma non solo questi, sono luoghi che stanno soffrendo una crisi delle identità e assistono impotenti a processi di spopolamento e di impoverimento economico e sociale. Il patrimonio assume quindi un ruolo determinante per uno sviluppo locale auto-sostenibile, capace di mettere a valore le componenti sottoutilizzate per nuovi abitanti e nuovi stili di vita, non tralasciando un fattore di grande rilevanza e cioè la qualità della vita che questi luoghi offrono, di gran lunga superiore alla media delle aree urbane. Il contributo si conclude con una riflessione sull’Area interna dei Nebrodi, con l’intento di costruire un primo quadro sullo stato patrimoniale dei 21 comuni dell’area interna, delineando quindi l’entità dei beni disponibili.
Settore ICAR/21 - Urbanistica
9788899237219
CAMARDA, C. (2020). La conoscenza del quadro patrimoniale come orizzonte metodologico per riabitare i territori interni. In L'Urbanistica italiana di fronte all'Agenda 2030 : portare territori e comunità sulla strada della sostenibilità e della resilienza : atti della XXII Conferenza Nazionale SIU - Società italiana degli Urbanisti (pp. 1758-1764). Roma-Milano : Planum.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Atti_XXII_Conferenza_Nazionale_SIU_Matera-Bari_WORKSHOP_3.3_Planum_Publisher_2020_L-30-36.pdf

accesso aperto

Tipologia: Versione Editoriale
Dimensione 1.24 MB
Formato Adobe PDF
1.24 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10447/457845
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact