New investigations concerning building tradition seen through punic and neopunic mason’s marks (cfr. Tripolitania: Lepcis Magna and Sabratha) have involved other Mediterranean areas and recently archaeological sites in Tunisia. Two campaigns (2017, 2018) focused so far the metropolitan areas of Carthage and some sites of Cap Bon. The main aims are: a corpus of the poorly documented or unpublished mason’s marks; their connection with the Punic “traditional” building techniques. Hereby we discuss on some of the epigraphic mason’s marks so far identified in Tunisia.

Le ricerche avviate in Tripolitania (Leptis Magna e Sabratha) sulla tradizione edilizia locale esaminata attraverso i marchi di cava punici e neopunici hanno coinvolto altre regioni del Mediterraneo e più recentemente alcuni siti archeologici della Tunisia. Nel corso delle due prime campagne (2017, 2018) l’interesse si è concentrato sulle aree archeologiche di Cartagine e su alcuni siti di Capo Bon. Ci si propone di redigere un corpus dei marchi di cava, scarsamente documentati o inediti, al fine di incrementare il repertorio oggi noto e di porlo in relazione alle tecniche costruttive di tradizione punica. Presentiamo una breve rassegna della documentazione epigrafica raccolta e una sintesi preliminare dei risultati.

F. TOMASELLO, M. FANTAR, R. DE SIMONE, C. DEL VAIS, G. MONTALI, F. GHOZZI, (2020). Per un corpus dei marchi di cava punici e neopunici nell’edilizia della Tunisia. Prime note. In S. Celestino Pérez, Rodríguez González E (a cura di), Un viaje entre el Oriente y el Occidente del Mediterráneo. Actas del IX Congreso Internacional de Estudios Fenicios y Púnicos, Mérida, 22-26 de octubre de 2018, Mytra 5, I (pp. 327-334). Mérida : Instituto de Arqueología, Mérida (CSIC-Junta de Extremadura).

Per un corpus dei marchi di cava punici e neopunici nell’edilizia della Tunisia. Prime note

R. DE SIMONE;G. MONTALI
;
2020-01-01

Abstract

Le ricerche avviate in Tripolitania (Leptis Magna e Sabratha) sulla tradizione edilizia locale esaminata attraverso i marchi di cava punici e neopunici hanno coinvolto altre regioni del Mediterraneo e più recentemente alcuni siti archeologici della Tunisia. Nel corso delle due prime campagne (2017, 2018) l’interesse si è concentrato sulle aree archeologiche di Cartagine e su alcuni siti di Capo Bon. Ci si propone di redigere un corpus dei marchi di cava, scarsamente documentati o inediti, al fine di incrementare il repertorio oggi noto e di porlo in relazione alle tecniche costruttive di tradizione punica. Presentiamo una breve rassegna della documentazione epigrafica raccolta e una sintesi preliminare dei risultati.
Settore L-ANT/07 - Archeologia Classica
978-84-09-13340-6
F. TOMASELLO, M. FANTAR, R. DE SIMONE, C. DEL VAIS, G. MONTALI, F. GHOZZI, (2020). Per un corpus dei marchi di cava punici e neopunici nell’edilizia della Tunisia. Prime note. In S. Celestino Pérez, Rodríguez González E (a cura di), Un viaje entre el Oriente y el Occidente del Mediterráneo. Actas del IX Congreso Internacional de Estudios Fenicios y Púnicos, Mérida, 22-26 de octubre de 2018, Mytra 5, I (pp. 327-334). Mérida : Instituto de Arqueología, Mérida (CSIC-Junta de Extremadura).
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
31-FRANCESCO TOMASELLO et alii_compressed.pdf

Solo gestori archvio

Descrizione: Articolo, file pdf
Tipologia: Versione Editoriale
Dimensione 2.06 MB
Formato Adobe PDF
2.06 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10447/448718
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact