The studies on Self-Efficacy, for about twenty years, have been affecting, with many difficulties, the educational context; recently, the focus of research has moved on the teacher. The beliefs that teachers have about their Self-Efficacy influence, not only the way they work, but above all the learning outcomes and the sense of selfefficacy of their students. Teachers' perception of self-efficacy in building inclusive learning environments undoubtedly takes on a very important role. This contribution investigates this construct within a sample of 503 students attending the course of Specialization for Educational Support Activities for pupils with disabilities, held at the University of Palermo (4th edition) considering any incidence of variables such as qualifications, previous teaching experiences in the field of support education, and self-efficacy in the use of teaching technologies.

Gli studi sulla Self-Efficacy, da circa un ventennio, si stanno interessando, con non poche difficoltà, del contesto educativo, in particolare il focus della ricerca si è spostato recentemente sulla figura del docente. Le convinzioni che gli insegnanti possiedono sulla propria Self-Efficacy influenzano, non solo il loro modo di lavorare, ma soprattutto gli esiti di apprendimento e il senso di autoefficacia degli allievi. La percezione di autoefficacia degli insegnanti nel costruire ambienti di apprendimento inclusivi assume indubbiamente un ruolo ancora più importante. Il presente contributo indaga tale costrutto in un campione di 503 studenti iscritti al corso per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno didattico per gli alunni con disabilità dell’Università degli Studi di Palermo (IV ciclo), rilevando l’eventuale incidenza di variabili quali il titolo di studio, le esperienze pregresse di insegnamento nell’ambito del sostegno e l’autoefficacia nell’utilizzo di tecnologie didattiche.

La Marca A., Di Martino Valeria (2020). La Self-Efficacy dell’insegnante per l’inclusione. PEDAGOGIA E VITA, 2, 41-55.

La Self-Efficacy dell’insegnante per l’inclusione

La Marca A.
;
Di Martino Valeria
2020-01-01

Abstract

Gli studi sulla Self-Efficacy, da circa un ventennio, si stanno interessando, con non poche difficoltà, del contesto educativo, in particolare il focus della ricerca si è spostato recentemente sulla figura del docente. Le convinzioni che gli insegnanti possiedono sulla propria Self-Efficacy influenzano, non solo il loro modo di lavorare, ma soprattutto gli esiti di apprendimento e il senso di autoefficacia degli allievi. La percezione di autoefficacia degli insegnanti nel costruire ambienti di apprendimento inclusivi assume indubbiamente un ruolo ancora più importante. Il presente contributo indaga tale costrutto in un campione di 503 studenti iscritti al corso per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno didattico per gli alunni con disabilità dell’Università degli Studi di Palermo (IV ciclo), rilevando l’eventuale incidenza di variabili quali il titolo di studio, le esperienze pregresse di insegnamento nell’ambito del sostegno e l’autoefficacia nell’utilizzo di tecnologie didattiche.
Settore M-PED/03 - Didattica E Pedagogia Speciale
La Marca A., Di Martino Valeria (2020). La Self-Efficacy dell’insegnante per l’inclusione. PEDAGOGIA E VITA, 2, 41-55.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
PeV_online_2020_LaMarca_DiMartino.pdf

Solo gestori archvio

Descrizione: pdf
Tipologia: Versione Editoriale
Dimensione 515.23 kB
Formato Adobe PDF
515.23 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10447/442617
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact