Abstract Le dinamiche del Real estate, a NYC, snodo della trasformazione e dell’economia urbana, si scontrano e misurano con uno dei capitoli rappresentativi della partecipazione: il processo di edificazione dei Parchi e dei Giardini che vengono qui considerati come “fronte di resistenza” al consumo di suolo e come generatori di percorsi civici. Dall’idea, alla gestione, infatti, e con varie declinazioni, i giardini sono da sempre frutto di azioni bottom-up. In un contesto assai differente da quello europeo (sia per la compagine sociale attiva, sia per gli “stili” di pianificazione), la relazione tra lo sviluppo immobiliare e il tessuto dei parchi e dei giardini diviene occasione per esplorare i metodi e l’efficacia di alcuni approcci partecipativi, soprattutto a Manhattan dove le pressioni immobiliari sono decisamente più forti. Alcuni esempi storici e contemporanei mostrano, infatti, andamento, livelli di sperimentazione ed esiti, al di fuori di una previsione urbanistica di stampo normativo e all’incrocio di numerosissimi fattori economici, sociali e simbolici.

Schiavo, F. (2017). Per un’arte dell’equilibrio in moto. Giardini e parchi, politiche urbane, azione pubblica e azioni comunitarie a New York City. In Società Italiana degli Urbanisti (a cura di), Urbanistica E/E' azione pubblica (pp. 1667-1675). Milano.

Per un’arte dell’equilibrio in moto. Giardini e parchi, politiche urbane, azione pubblica e azioni comunitarie a New York City

Schiavo, Flavia
2017-01-01

Abstract

Abstract Le dinamiche del Real estate, a NYC, snodo della trasformazione e dell’economia urbana, si scontrano e misurano con uno dei capitoli rappresentativi della partecipazione: il processo di edificazione dei Parchi e dei Giardini che vengono qui considerati come “fronte di resistenza” al consumo di suolo e come generatori di percorsi civici. Dall’idea, alla gestione, infatti, e con varie declinazioni, i giardini sono da sempre frutto di azioni bottom-up. In un contesto assai differente da quello europeo (sia per la compagine sociale attiva, sia per gli “stili” di pianificazione), la relazione tra lo sviluppo immobiliare e il tessuto dei parchi e dei giardini diviene occasione per esplorare i metodi e l’efficacia di alcuni approcci partecipativi, soprattutto a Manhattan dove le pressioni immobiliari sono decisamente più forti. Alcuni esempi storici e contemporanei mostrano, infatti, andamento, livelli di sperimentazione ed esiti, al di fuori di una previsione urbanistica di stampo normativo e all’incrocio di numerosissimi fattori economici, sociali e simbolici.
9788899237127
Schiavo, F. (2017). Per un’arte dell’equilibrio in moto. Giardini e parchi, politiche urbane, azione pubblica e azioni comunitarie a New York City. In Società Italiana degli Urbanisti (a cura di), Urbanistica E/E' azione pubblica (pp. 1667-1675). Milano.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
3.Cover XX SIU .png

Solo gestori archvio

Dimensione 1.44 MB
Formato image/png
1.44 MB image/png   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
3.F.SCHIAVO.XX SIU Arte equil NYC _compressed (1).pdf

Solo gestori archvio

Tipologia: Versione Editoriale
Dimensione 7.42 MB
Formato Adobe PDF
7.42 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10447/438441
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact