Il paesaggio italiano è un Patrimonio incommensurabile che va conservato e tramandato. Nel paesaggio si raccoglie la sintesi delle stratificazioni, della storia e della cultura del nostro territorio. Il paesaggio è ciò che percepiamo esteticamente, ma anche ciò che creiamo e modifichiamo eticamente. Al progetto contemporaneo spetta il nobile compito di riconoscere il carattere essenziale del paesaggio per poterlo rinnovare – attualizzandolo al presente – e consegnare alle generazioni future. La cultura architettonica contemporanea non si è sempre rivelata all’altezza di questo compito. Alla cura e alla trasformazione attenta del paesaggio si è spesso opposta una speculazione edilizia, che ha modificato il territorio alterandone negativamente l’aspetto, in nome di una economia capitalista a volte troppo aggressiva e fagocitante. Cosa è venuto a mancare, rispetto a quelle necessarie azioni di rinnovamento e modernizzazione, che a partire dal dopoguerra non hanno saputo rispettare con appropriatezza il carattere storico del territorio italiano? Ciò che è mancato, forse, è la capacità di “ascolto” del paesaggio; condizione ineludibile del progetto d’architettura. Sulla base dell’“ascolto” e del “riconoscimento” del carattere essenziale del territorio dell’entroterra siciliano, si intende esporre l’esperienza di una ricerca – ancora parzialmente in atto – intitolata Vita dei campi. Una serie progettuale finalizzata alla sperimentazione di alcuni interventi di nuova edificazione all’interno del paesaggio ennese. Una chiesa, due case di campagna e un mercato ortofrutticolo sul margine di una città di medie dimensioni, saranno i quattro progetti attraverso i quali si racconterà l’audace tentativo di stabilire un serrato dialogo con i caratteri identitari della cultura pastorale e agricola siciliana.

Guarrera, F. (2019). Il "carattere essenziale" del paesaggio come Patrimonio. Sei progetti per il territorio dei Monti Erei. In A. Calderoni, B. Di Palma, A. Nitti, G. Oliva (a cura di), Il progetto di architettura come intersezione di saperi : per una nozione rinnovata di Patrimonio (pp. 1430-1435). ProArch.

Il "carattere essenziale" del paesaggio come Patrimonio. Sei progetti per il territorio dei Monti Erei

Guarrera, Fabio
2019-01-01

Abstract

Il paesaggio italiano è un Patrimonio incommensurabile che va conservato e tramandato. Nel paesaggio si raccoglie la sintesi delle stratificazioni, della storia e della cultura del nostro territorio. Il paesaggio è ciò che percepiamo esteticamente, ma anche ciò che creiamo e modifichiamo eticamente. Al progetto contemporaneo spetta il nobile compito di riconoscere il carattere essenziale del paesaggio per poterlo rinnovare – attualizzandolo al presente – e consegnare alle generazioni future. La cultura architettonica contemporanea non si è sempre rivelata all’altezza di questo compito. Alla cura e alla trasformazione attenta del paesaggio si è spesso opposta una speculazione edilizia, che ha modificato il territorio alterandone negativamente l’aspetto, in nome di una economia capitalista a volte troppo aggressiva e fagocitante. Cosa è venuto a mancare, rispetto a quelle necessarie azioni di rinnovamento e modernizzazione, che a partire dal dopoguerra non hanno saputo rispettare con appropriatezza il carattere storico del territorio italiano? Ciò che è mancato, forse, è la capacità di “ascolto” del paesaggio; condizione ineludibile del progetto d’architettura. Sulla base dell’“ascolto” e del “riconoscimento” del carattere essenziale del territorio dell’entroterra siciliano, si intende esporre l’esperienza di una ricerca – ancora parzialmente in atto – intitolata Vita dei campi. Una serie progettuale finalizzata alla sperimentazione di alcuni interventi di nuova edificazione all’interno del paesaggio ennese. Una chiesa, due case di campagna e un mercato ortofrutticolo sul margine di una città di medie dimensioni, saranno i quattro progetti attraverso i quali si racconterà l’audace tentativo di stabilire un serrato dialogo con i caratteri identitari della cultura pastorale e agricola siciliana.
Settore ICAR/14 - Composizione Architettonica E Urbana
978-88-909054-9-0
Guarrera, F. (2019). Il "carattere essenziale" del paesaggio come Patrimonio. Sei progetti per il territorio dei Monti Erei. In A. Calderoni, B. Di Palma, A. Nitti, G. Oliva (a cura di), Il progetto di architettura come intersezione di saperi : per una nozione rinnovata di Patrimonio (pp. 1430-1435). ProArch.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
27_contributo in atti di convegno.pdf

Solo gestori archvio

Tipologia: Versione Editoriale
Dimensione 1.4 MB
Formato Adobe PDF
1.4 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10447/412045
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact