Causa genetica di bassa statura disarmonica, l’aploinsufficienza del gene SHOX (SHOX-D) presenta differente espressione fenotipica anche in pazienti con eguale genotipo, con verosimile influenza di fattori epigenetici in grado di condizionare anche la risposta alla terapia con GH e la statura definitiva. Descriviamo il caso di un nucleo familiare (madre, 2 sorelle) con SHOX-D. Statura target: 146.8 cm (-2.6SDS); madre: 146.5 cm; padre: 160 cm). ZM è stata studiata all’età di 6,8 aa per bassa statura disarmonica: statura: 103.5 cm (-3SDS); SPAN: 99 cm; (BA: 6 aa). È stata documentata la mutazione missenso del gene SHOX (c414G>C: p.Glu138Asp dell’esone 3) ed iniziata terapia con GH. La stessa mutazione è stata dimostrata nella madre e poi nella sorella ZS, la cui statura- alla prima valutazione clinica non era < a -2SDS. Le bambine presentavano una secrezione di GH nella norma con normali valori di IGF-1. La terapia con GH è stata iniziata per ZS all’età di 6,8 aa (BA: 6.1 aa), quando ha presentato una riduzione della velocità di crescita staturale con una rapida maturazione ossea: statura: 113cm (-1.38SDS); SPAN: 112.5cm. Durante il follow-up, le sorelle hanno mostrato un incremento della velocità di crescita staturale, dello sviluppo puberale, un aumento significativo di BA, con un precoce raggiungimento della statura definitiva di ZM a 13,7 aa: statura: 143.1cm (-2SDS), SPAN 138,5cm, BMI 18 kg/mq; p.c.: 37.5kg (-2SDS); BA: 18 aa.; di ZS a 14,4 aa: statura: 150.8cm (- 1.8SDS), SPAN: 155cm; BMI 22 kg/mq; p.c.: 50kg (-1SDS). Questo nucleo familiare dimostra una differente espressione fenotipica di SHOX-D, con una statura definitiva della madre, senza terapia con GH, di 146,5 cm. Le sorelle hanno iniziato GH alla stessa età cronologica, con una differente risposta e un’accelerazione significativa dell’età ossea in pubertà. ZM ha presentato il fenotipo più severo, con una statura definitiva < alla madre e uno SPAN ridotto. ZS ha presentato una statura maggiore, ancora non definitiva, uno SPAN, attualmente, maggiore della statura. Questa descrizione familiare dimostra che la statura in SDS pre-trattamento è un parametro prognostico significativo nel predire la risposta al GH e la statura definitiva nei pz con SHOX-D.

Flavia Mulè, M.C.M. (2019). STATURA DEFINITIVA NELL’APLOINSUFFICIENZA DEL GENE SHOX: VARIABILITA’ INTRA-FAMILIARE. In XXII Congresso Nazionale SIEDP - Atti del Congresso (pp. 313-313).

STATURA DEFINITIVA NELL’APLOINSUFFICIENZA DEL GENE SHOX: VARIABILITA’ INTRA-FAMILIARE

Flavia Mulè;Maria Cristina Maggio;Giovanni Corsello
2019-01-01

Abstract

Causa genetica di bassa statura disarmonica, l’aploinsufficienza del gene SHOX (SHOX-D) presenta differente espressione fenotipica anche in pazienti con eguale genotipo, con verosimile influenza di fattori epigenetici in grado di condizionare anche la risposta alla terapia con GH e la statura definitiva. Descriviamo il caso di un nucleo familiare (madre, 2 sorelle) con SHOX-D. Statura target: 146.8 cm (-2.6SDS); madre: 146.5 cm; padre: 160 cm). ZM è stata studiata all’età di 6,8 aa per bassa statura disarmonica: statura: 103.5 cm (-3SDS); SPAN: 99 cm; (BA: 6 aa). È stata documentata la mutazione missenso del gene SHOX (c414G>C: p.Glu138Asp dell’esone 3) ed iniziata terapia con GH. La stessa mutazione è stata dimostrata nella madre e poi nella sorella ZS, la cui statura- alla prima valutazione clinica non era < a -2SDS. Le bambine presentavano una secrezione di GH nella norma con normali valori di IGF-1. La terapia con GH è stata iniziata per ZS all’età di 6,8 aa (BA: 6.1 aa), quando ha presentato una riduzione della velocità di crescita staturale con una rapida maturazione ossea: statura: 113cm (-1.38SDS); SPAN: 112.5cm. Durante il follow-up, le sorelle hanno mostrato un incremento della velocità di crescita staturale, dello sviluppo puberale, un aumento significativo di BA, con un precoce raggiungimento della statura definitiva di ZM a 13,7 aa: statura: 143.1cm (-2SDS), SPAN 138,5cm, BMI 18 kg/mq; p.c.: 37.5kg (-2SDS); BA: 18 aa.; di ZS a 14,4 aa: statura: 150.8cm (- 1.8SDS), SPAN: 155cm; BMI 22 kg/mq; p.c.: 50kg (-1SDS). Questo nucleo familiare dimostra una differente espressione fenotipica di SHOX-D, con una statura definitiva della madre, senza terapia con GH, di 146,5 cm. Le sorelle hanno iniziato GH alla stessa età cronologica, con una differente risposta e un’accelerazione significativa dell’età ossea in pubertà. ZM ha presentato il fenotipo più severo, con una statura definitiva < alla madre e uno SPAN ridotto. ZS ha presentato una statura maggiore, ancora non definitiva, uno SPAN, attualmente, maggiore della statura. Questa descrizione familiare dimostra che la statura in SDS pre-trattamento è un parametro prognostico significativo nel predire la risposta al GH e la statura definitiva nei pz con SHOX-D.
Flavia Mulè, M.C.M. (2019). STATURA DEFINITIVA NELL’APLOINSUFFICIENZA DEL GENE SHOX: VARIABILITA’ INTRA-FAMILIARE. In XXII Congresso Nazionale SIEDP - Atti del Congresso (pp. 313-313).
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
SIEDP2019_MaggioMC_et_al_shox_P326.pdf

Solo gestori archvio

Descrizione: SIEDP2019_MaggioMC_shox_P326
Tipologia: Versione Editoriale
Dimensione 73.32 kB
Formato Adobe PDF
73.32 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10447/390137
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact