The present work deals with two different typologies of data from the sociovariational questionnaire of the Atlante Linguistico della Sicilia (ALS): on the one side, the data testing lexical knowledge and competence (question I of the third part of the questionnaire), on the other, those regarding the linguistic differences perceived from a diatopic point of view (questions 16th-17th-18th of the second part of the questionnaire). Once introduced the extralinguistic factors, the means and the spatial-cognitive oppositions by which speakers structure their own “spazio vissuto” (“lived space”) together with the interpretation patterns of complex data such as those from ALS, the article focuses on a spatial analysis of the lexical outputs based on a selection of spots/microareas from the ALS survey network. In particular, in order to investigate the dynamics of linguistic innovation vs. linguistic maintenance (in this case depending on the innovation or maintenance of dialect) the lexical data will be analysed on the basis of the dichotomies Coast vs. Mountain/inwards and Big Town vs. Small Town by which speakers conceptualise oppositions concerning social and linguistic dynamism or “recession”. The article is aimed at disclosing possible correlations between metalinguistic and linguistic outputs demonstrating how perceptual data represent useful patterns for the interpretation of linguistic issues.

Il presente contributo si concentra su due diverse tipologie di dati tratti dal questionario sociovariazionale dell’Atlante Linguistico della Sicilia (ALS): da una parte, gli esiti lessicali relativi alle conoscenze e competenze lessicali (domanda I della terza parte del questionario), dall’altra, i dati percettivi riguardanti le differenze linguistiche in diatopia (domande 16-17-18 della seconda parte). Dopo aver illustrato i fattori extralinguistici, le modalità e le opposizioni spazio-cognitive attraverso cui i parlanti costruiscono il proprio “spazio vissuto” e i relativi modelli di analisi e di interpretazione di dati molto complessi come quelli dell’ ALS, si proporrà un’analisi spaziale dei dati lessicali a partire da una selezione di 10 tra punti e microaree dalla rete di rilevanti sociovariazionali ALS. In particolare, al fine di leggere le dinamiche di innovazione vs. conservatività linguistica (connesse nel nostro caso al rapporto tra innovazione-perdita vs. mantenimento del dialetto), i dati lessicali verranno analizzati secondo le dicotomie Costa vs. Montagna/interno e Grande Centro vs. Piccolo Centro attraverso cui i parlanti in entrambi i casi concettualizzano opposizioni collegate al dinamismo o alla recessività linguistico-sociale. L’obiettivo è quindi quello di evidenziare le correlazioni tra output metalinguistici e linguistici. A tale riguardo, si è constatato che i dati percettivi rappresentano un utile strumento per l’interpretazione dei fatti di lingua.

Vincenzo Pinello, Francesco Scaglione (2018). Lessico, onomasiologia e contatto dialettale tra competenza, uso e rappresentazione metalinguistica nell’Atlante Linguistico della Sicilia. BOLLETTINO - CENTRO DI STUDI FILOLOGICI E LINGUISTICI SICILIANI, 29, 273-322.

Lessico, onomasiologia e contatto dialettale tra competenza, uso e rappresentazione metalinguistica nell’Atlante Linguistico della Sicilia

Vincenzo Pinello;Francesco Scaglione
2018-01-01

Abstract

Il presente contributo si concentra su due diverse tipologie di dati tratti dal questionario sociovariazionale dell’Atlante Linguistico della Sicilia (ALS): da una parte, gli esiti lessicali relativi alle conoscenze e competenze lessicali (domanda I della terza parte del questionario), dall’altra, i dati percettivi riguardanti le differenze linguistiche in diatopia (domande 16-17-18 della seconda parte). Dopo aver illustrato i fattori extralinguistici, le modalità e le opposizioni spazio-cognitive attraverso cui i parlanti costruiscono il proprio “spazio vissuto” e i relativi modelli di analisi e di interpretazione di dati molto complessi come quelli dell’ ALS, si proporrà un’analisi spaziale dei dati lessicali a partire da una selezione di 10 tra punti e microaree dalla rete di rilevanti sociovariazionali ALS. In particolare, al fine di leggere le dinamiche di innovazione vs. conservatività linguistica (connesse nel nostro caso al rapporto tra innovazione-perdita vs. mantenimento del dialetto), i dati lessicali verranno analizzati secondo le dicotomie Costa vs. Montagna/interno e Grande Centro vs. Piccolo Centro attraverso cui i parlanti in entrambi i casi concettualizzano opposizioni collegate al dinamismo o alla recessività linguistico-sociale. L’obiettivo è quindi quello di evidenziare le correlazioni tra output metalinguistici e linguistici. A tale riguardo, si è constatato che i dati percettivi rappresentano un utile strumento per l’interpretazione dei fatti di lingua.
Settore L-FIL-LET/12 - Linguistica Italiana
Vincenzo Pinello, Francesco Scaglione (2018). Lessico, onomasiologia e contatto dialettale tra competenza, uso e rappresentazione metalinguistica nell’Atlante Linguistico della Sicilia. BOLLETTINO - CENTRO DI STUDI FILOLOGICI E LINGUISTICI SICILIANI, 29, 273-322.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Pinello Scaglione 2018_compressed.pdf

Solo gestori archvio

Tipologia: Versione Editoriale
Dimensione 799.74 kB
Formato Adobe PDF
799.74 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10447/388724
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact