The Italian building stock is mainly composed of constructions from the second post-war period, when the economic speculation and urbanization have produced characteristics of poor architectural and energetic quality. By acting on the energy performance of existing buildings, adapting these characteristics to those required by regulations, on equal terms of comfort, represent an important strategy to the reduction of energy consumption and to the environmental protection. Through the application of innovative technologies and methodologies and the choice of appropriate investments, the energy retrofit can be now the main growth opportunity in the economic and environmental field, and an innovation opportunity in in the building’s. The paper presents the results of a research, developed at the Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Palermo, that aims to evaluate the energy performance of existing school buildings in the Mediterranean clime, through an energy improvement methodology, which may identify, case by case, cost effective solutions and interventions, according to the cost-benefit analysis. In this way it is possible to choose strategies for the energy efficiency improvement, assessing the energy saving opportunities and the payback period to amortize the investment. The field of investigation, concerns the considerable amount of school buildings that have been object in recent years of funding programs both at European and local level.

Il patrimonio edilizio italiano è composto principalmente da costruzioni realizzate nel secondo dopoguerra, quando la speculazione economica e l’urbanizzazione hanno prodotto edifici con caratteristiche di scarsa qualità architettonica ed energetica. Agire sul rendimento energetico degli edifici esistenti, adattandoli alle caratteristiche richieste dalla normativa, a parità di condizioni di comfort, rappresenta una strategia importante per la riduzione dei consumi energetici e per la tutela dell’ambiente. Attraverso l’applicazione di tecnologie e metodologie innovative e la scelta di investimenti adeguati, il retrofit energetico può rappresentare, oggi, la principale opportunità di crescita in campo energetico economico ed ambientale, e un’occasione di innovazione nel settore delle costruzioni. La memoria presenta i risultati di una ricerca che si sta conducendo presso il Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Palermo, che ha l’obbiettivo di valutare le prestazioni energetiche degli edifici scolastici esistenti in clima mediterraneo, attraverso una metodologia di retrofit energetico,capace di individuare, caso per caso, le soluzioni più adeguate e i relativi interventi, in riferimento anche al loro rapporto costi – benefici. In questo modo è possibile scegliere le strategie per il miglioramento dell’efficienza energetica, valutare le opportunità di risparmio energetico e il periodo di recupero per ammortizzare l’investimento. Il campo di indagine, riguarda la notevole quantità di edifici scolastici che sono stati, oggetto negli ultimi anni di programmi di finanziamento sia a livello europeo che locale.

Colajanni, S. (2018). STRATEGIE PER LA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DELL’EDILIZIA SCOLASTICA IN CLIMA MEDITERRANEO. In F. Cuboni, G. Desogus, E. Quaquero (a cura di), Colloqui.AT.e 2018 : EDILIZIA CIRCOLARE (pp. 1031-1040). Monfalcone (Gorizia) : Edicom.

STRATEGIE PER LA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DELL’EDILIZIA SCOLASTICA IN CLIMA MEDITERRANEO

Colajanni, Simona
2018-01-01

Abstract

Il patrimonio edilizio italiano è composto principalmente da costruzioni realizzate nel secondo dopoguerra, quando la speculazione economica e l’urbanizzazione hanno prodotto edifici con caratteristiche di scarsa qualità architettonica ed energetica. Agire sul rendimento energetico degli edifici esistenti, adattandoli alle caratteristiche richieste dalla normativa, a parità di condizioni di comfort, rappresenta una strategia importante per la riduzione dei consumi energetici e per la tutela dell’ambiente. Attraverso l’applicazione di tecnologie e metodologie innovative e la scelta di investimenti adeguati, il retrofit energetico può rappresentare, oggi, la principale opportunità di crescita in campo energetico economico ed ambientale, e un’occasione di innovazione nel settore delle costruzioni. La memoria presenta i risultati di una ricerca che si sta conducendo presso il Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Palermo, che ha l’obbiettivo di valutare le prestazioni energetiche degli edifici scolastici esistenti in clima mediterraneo, attraverso una metodologia di retrofit energetico,capace di individuare, caso per caso, le soluzioni più adeguate e i relativi interventi, in riferimento anche al loro rapporto costi – benefici. In questo modo è possibile scegliere le strategie per il miglioramento dell’efficienza energetica, valutare le opportunità di risparmio energetico e il periodo di recupero per ammortizzare l’investimento. Il campo di indagine, riguarda la notevole quantità di edifici scolastici che sono stati, oggetto negli ultimi anni di programmi di finanziamento sia a livello europeo che locale.
Settore ICAR/10 - Architettura Tecnica
978-88-96386-75-0
Colajanni, S. (2018). STRATEGIE PER LA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DELL’EDILIZIA SCOLASTICA IN CLIMA MEDITERRANEO. In F. Cuboni, G. Desogus, E. Quaquero (a cura di), Colloqui.AT.e 2018 : EDILIZIA CIRCOLARE (pp. 1031-1040). Monfalcone (Gorizia) : Edicom.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Estratto_Colloqui-ATe-2018_Edilizia-circolare_Colajanni.pdf

Solo gestori archvio

Descrizione: Articolo principale
Tipologia: Versione Editoriale
Dimensione 1.43 MB
Formato Adobe PDF
1.43 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10447/345530
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact