Due acquerelli di Francesco Zerilli e la committenza nella Sicilia sotto il protettorato inglese all’inizio dell’Ottocento