Il contributo si focalizza sulle misure che l'Italia ha adottato a seguito della condanna da parte della Convenzione Europea dei Diritti dell'Uomo (2013) per trattamento inumano all'interno degli istituti di pena del Paese. La riflessione iniziale sul caso italiano è supportata dall'esito di un'indagine esplorativa che testimonia i problemi e le aspettative che esistono in un carcere di Palermo (Sicilia).

Garro, M., Albanese, G., Fragali, S., Rotondi, S. (2017). Il sistema penitenziario italiano dopo la condanna CEDU. L’opinione dei detenuti. PSICOLOGIA DI COMUNITÀ(2), 73-83 [10.3280/PSC2017-002008].

Il sistema penitenziario italiano dopo la condanna CEDU. L’opinione dei detenuti.

Garro M.;
2017

Abstract

Il contributo si focalizza sulle misure che l'Italia ha adottato a seguito della condanna da parte della Convenzione Europea dei Diritti dell'Uomo (2013) per trattamento inumano all'interno degli istituti di pena del Paese. La riflessione iniziale sul caso italiano è supportata dall'esito di un'indagine esplorativa che testimonia i problemi e le aspettative che esistono in un carcere di Palermo (Sicilia).
Settore M-PSI/05 - Psicologia Sociale
Garro, M., Albanese, G., Fragali, S., Rotondi, S. (2017). Il sistema penitenziario italiano dopo la condanna CEDU. L’opinione dei detenuti. PSICOLOGIA DI COMUNITÀ(2), 73-83 [10.3280/PSC2017-002008].
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
psicologia di comunità 2017.pdf

Solo gestori archvio

Dimensione 271.16 kB
Formato Adobe PDF
271.16 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10447/259785
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact