La Kalsa: spazi effimeri e città storica