Lo stadio di Wimbledon: per una teoria dell'adattamento