Gli uffici sui terreni della mafia, Testo di Luigi Prestinenza Puglisi