Obiettivo del testo è tentare di indicare alcuni aspetti del dibattito storiografico moderno sul rapporto tra etnicità e culti nella Sicilia antica, partendo dal presupposto, credo ampiamente condiviso, che ogni ricostruzione storica del passato è anche un terreno di scontro sul presente dello storico. Vi è insomma un rapporto fondamentale tra presente e passato, rapporto che si inscrive dialetticamente nella tensione comprendere il presente mediante il passato e comprendere il passato mediante il presente. In questa prospettiva orientare la questione delle origini in una direzione piuttosto che in un’altra diventa funzionale a opzioni ideologiche e a strategie di legittimazione politica, come ha messo esemplarmente in luce Arnaldo Momigliano a proposito della storiografia moderna sulla Sicilia antica. Assume interesse in questo quadro la metafora degli strati geologici, il cui grande successo e la cui efficacia simbolica sono confermati dalla sua presenza in illustri esponenti della storiografia europea inglese, tedesca, francese, tra la seconda metà dell’Ottocento e la prima del Novecento (con epigoni più recenti). Il sottosuolo e la sua scienza diventano, dunque, un codice simbolico, il cui campo funziona da area d’incrocio e di snodo pluridisciplinare. La geologia fornisce perciò un serbatoio di immagini e un modello descrittivo vincente nella cultura storica, come è stato mostrato, tra gli altri, da M. Sahlins e R. Koselleck. Nella questione dei questione dei culti indigeni nella Sicilia greca, sembra emergere da questo tema d’indagine un denso intreccio di polarizzazioni reciprocamente connesse: tra continuità e discontinuità, interno ed esterno, identità e alterità, mescolanza e separatezza, inclusione, esclusione e costruzione dello straniero.

Cusumano, N. (2013). Aspetti della storiografia moderna su ethne e religioni nella Sicilia antica. In S.R. O. Loretz (a cura di), Ritual, Religion and Reason. Studies in the Ancient World in Honour of Paolo Xella. (pp. 629-641). Münster : Ugarit-Verlag.

Aspetti della storiografia moderna su ethne e religioni nella Sicilia antica

CUSUMANO, Nicola
2013-01-01

Abstract

Obiettivo del testo è tentare di indicare alcuni aspetti del dibattito storiografico moderno sul rapporto tra etnicità e culti nella Sicilia antica, partendo dal presupposto, credo ampiamente condiviso, che ogni ricostruzione storica del passato è anche un terreno di scontro sul presente dello storico. Vi è insomma un rapporto fondamentale tra presente e passato, rapporto che si inscrive dialetticamente nella tensione comprendere il presente mediante il passato e comprendere il passato mediante il presente. In questa prospettiva orientare la questione delle origini in una direzione piuttosto che in un’altra diventa funzionale a opzioni ideologiche e a strategie di legittimazione politica, come ha messo esemplarmente in luce Arnaldo Momigliano a proposito della storiografia moderna sulla Sicilia antica. Assume interesse in questo quadro la metafora degli strati geologici, il cui grande successo e la cui efficacia simbolica sono confermati dalla sua presenza in illustri esponenti della storiografia europea inglese, tedesca, francese, tra la seconda metà dell’Ottocento e la prima del Novecento (con epigoni più recenti). Il sottosuolo e la sua scienza diventano, dunque, un codice simbolico, il cui campo funziona da area d’incrocio e di snodo pluridisciplinare. La geologia fornisce perciò un serbatoio di immagini e un modello descrittivo vincente nella cultura storica, come è stato mostrato, tra gli altri, da M. Sahlins e R. Koselleck. Nella questione dei questione dei culti indigeni nella Sicilia greca, sembra emergere da questo tema d’indagine un denso intreccio di polarizzazioni reciprocamente connesse: tra continuità e discontinuità, interno ed esterno, identità e alterità, mescolanza e separatezza, inclusione, esclusione e costruzione dello straniero.
Settore L-ANT/02 - Storia Greca
Cusumano, N. (2013). Aspetti della storiografia moderna su ethne e religioni nella Sicilia antica. In S.R. O. Loretz (a cura di), Ritual, Religion and Reason. Studies in the Ancient World in Honour of Paolo Xella. (pp. 629-641). Münster : Ugarit-Verlag.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
N. Cusumano, Aspetti della storiografia moderna su ethne e religioni nella Sicilia antica.pdf

accesso aperto

Descrizione: testo del contributo
Dimensione 542.28 kB
Formato Adobe PDF
542.28 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10447/88946
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact