La drammaturgia degli emarginati nella recente scena siciliana