Premio Bergamo d'Architettura 2011: dalle Macerie dell'Economia dei Sogni alla Magnifica Realtà del Possibile