Il concorso esterno come persistente istituto "polemogeno"