Lo sguardo "attento e curioso" di Emilio Lavagnino per le arti decorative