Libertà minorile e percorsi educativi tra tecniche del processo e mondi vitali: qualche linea