Soggettività e finitezza dell´essere fra Heidegger e Hegel