L’ampliamento come occasione di recupero della memoria e dell’identità