Potere regio e aristocrazia signorile nella Sicilia del Quattrocento