Sul perché le descrizioni dipendono dalle intenzioni progettuali. Possibili letture dei territori della dispersione