Palermo’s Waterfront regeneration project is part of a wider national policy: innovative program entitled “Ports&Stations” financed by the Ministry of the Infrastructure with the active partnership of the City Government, the Port Authority and the Italian railway company. To integrate strategy to increase infrastructures and to develop a city competitive growth the new “Piano regolatore portuale” (PRP), in addition to the issues of general port functions, propose strategies, design, services and businesses spaces and cope with the question of “city-port interaction areas” and “interface areas”, which are highly attractive for new residential, commercial, cultural and recreational functions. The experience of Palermo’s Waterfront regeneration project deal with the question of multi-sectoriality and raises some issuses around the necessity to include multidisciplinary action in which a variety of subjects participate to produce a dynamically synergetic environment and to solve the conflictual relation between subjects, tools and competences.

Il progetto di riqualificazione del Waterfront di Palermo è parte di una politica nazionale più ampia: il PIAU “Porti e Stazioni”, finanziato dal Ministero delle Infrastrutture, con la collaborazione attiva del Comune, dell'Autorità Portuale e delle Ferrovie. Il nuovo “Piano regolatore portuale” (PRP), oltre ad affrontare le questioni più generali delle funzioni portuali, propone strategie per affrontare la questione della “ aree di interazione città-porto” e le "aree di interfaccia", immaginate per accogliere nuove funzioni residenziali, commerciali, culturali e ricreative. Il paper attraverso la descrizione del progetto per il waterfront di Palermo e il processo di redazione del nuovo PRP, affronta il tema della multi-settorialità degli strumenti di gestione dei waterfront portuali e solleva alcune questioni sulla necessità di integrare nei processi di pianificazione la varietà di soggetti a vario titolo interessati dalle trasformazione dei waterfront affrontando il rapporto conflittuale che tali trasformazioni possono generare tra soggetti, strumenti e competenze.

Lino, B. (2011). “Palermo liquida. Il progetto per il waterfront come occasione di rigenerazione della città”. PORTUS PLUS, 1.

“Palermo liquida. Il progetto per il waterfront come occasione di rigenerazione della città”

LINO, Barbara
2011-01-01

Abstract

Il progetto di riqualificazione del Waterfront di Palermo è parte di una politica nazionale più ampia: il PIAU “Porti e Stazioni”, finanziato dal Ministero delle Infrastrutture, con la collaborazione attiva del Comune, dell'Autorità Portuale e delle Ferrovie. Il nuovo “Piano regolatore portuale” (PRP), oltre ad affrontare le questioni più generali delle funzioni portuali, propone strategie per affrontare la questione della “ aree di interazione città-porto” e le "aree di interfaccia", immaginate per accogliere nuove funzioni residenziali, commerciali, culturali e ricreative. Il paper attraverso la descrizione del progetto per il waterfront di Palermo e il processo di redazione del nuovo PRP, affronta il tema della multi-settorialità degli strumenti di gestione dei waterfront portuali e solleva alcune questioni sulla necessità di integrare nei processi di pianificazione la varietà di soggetti a vario titolo interessati dalle trasformazione dei waterfront affrontando il rapporto conflittuale che tali trasformazioni possono generare tra soggetti, strumenti e competenze.
Settore ICAR/21 - Urbanistica
http://www.reteonline.org/images/stories/archivos/portus-plus-2-2011/recalificacion/6%20Barbara%20Lino-Palermo%20liquida.pdf
Lino, B. (2011). “Palermo liquida. Il progetto per il waterfront come occasione di rigenerazione della città”. PORTUS PLUS, 1.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
portus_plus_pdf.pdf

Solo gestori archvio

Dimensione 936.54 kB
Formato Adobe PDF
936.54 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10447/65056
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact