Nikos Gatsos, Amorgòs (traduzione e note a cura di Maria Caracausi)