Nell’Archaiologhia siceliota, Tucidide presenta le notizie relative alla fondazione di Siracusa in accordo a un’ideale di brevitas che ne comprime i confini all’interno della più grande parentesi dedicata alle spedizioni calcidesi. Di Siracusa Tucidide menziona soltanto il nome del fondatore: Archia, un eraclide proveniente da Corinto e la data, in cronologia relativa, di appena un anno successivo a quella di Naxos, ricordando, inoltre, la rimozione dell’ethnos siculo dall’isola di Ortigia (di cui però non cita il toponimo) e una notazione riguardante la crescita esponenziale della popolazione siracusana compresa all’interno della mura. Attraverso una scansione in brevi dossier sui principali aspetti connessi con la ricostruzione tucididea, si legge il paragrafo in questione alla luce delle testimonianze offerte dalle fonti (lo stesso Tucidide, Ibico, Strabone, Pausania, gli scolii pindarici e il Marmor Parium) sia dai ritrovamenti archeologici (in particolare le thysiai di area siracusana).

Mattaliano, F. (2012). Thuc. VI 3, 2: i Corinzi, Ortigia e Siracusa polyanthropos. In M. Congiu, C. Micciché, Modeo S. (a cura di), Dal mito alla storia. La Sicilia nell'Archaiologhia di Tucidide. Atti del VIII Convegno di studi (pp. 119-134). Caltanissetta : Salvatore Sciascia Editore.

Thuc. VI 3, 2: i Corinzi, Ortigia e Siracusa polyanthropos

MATTALIANO, Francesca
2012-01-01

Abstract

Nell’Archaiologhia siceliota, Tucidide presenta le notizie relative alla fondazione di Siracusa in accordo a un’ideale di brevitas che ne comprime i confini all’interno della più grande parentesi dedicata alle spedizioni calcidesi. Di Siracusa Tucidide menziona soltanto il nome del fondatore: Archia, un eraclide proveniente da Corinto e la data, in cronologia relativa, di appena un anno successivo a quella di Naxos, ricordando, inoltre, la rimozione dell’ethnos siculo dall’isola di Ortigia (di cui però non cita il toponimo) e una notazione riguardante la crescita esponenziale della popolazione siracusana compresa all’interno della mura. Attraverso una scansione in brevi dossier sui principali aspetti connessi con la ricostruzione tucididea, si legge il paragrafo in questione alla luce delle testimonianze offerte dalle fonti (lo stesso Tucidide, Ibico, Strabone, Pausania, gli scolii pindarici e il Marmor Parium) sia dai ritrovamenti archeologici (in particolare le thysiai di area siracusana).
Settore L-ANT/02 - Storia Greca
Mattaliano, F. (2012). Thuc. VI 3, 2: i Corinzi, Ortigia e Siracusa polyanthropos. In M. Congiu, C. Micciché, Modeo S. (a cura di), Dal mito alla storia. La Sicilia nell'Archaiologhia di Tucidide. Atti del VIII Convegno di studi (pp. 119-134). Caltanissetta : Salvatore Sciascia Editore.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
mattaliano Thuc. VI 3, 2. I Corinzi, Ortigia e Siracusa polyanthropos.pdf

Solo gestori archvio

Dimensione 139.94 kB
Formato Adobe PDF
139.94 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10447/63080
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact