Nelle ultime decadi la strategia chirurgica delle affezioni tiroidee, sia benigne sia maligne, ha subito dìversi cambiamenti. ln par-ticolare, la tiroidectomia totale è og- gi divenuto l'intervento chirurgico di routine delìa maggior parte delle patologie ti- roìdee. Le complicanze di tale procedura chirurgica, sebbene a eziopatogenesi multifattoriale, sono spesso collegate all'efficacia dell'emostasi. ln questo lavoro, abbiamo voluto verificare se l'impiego del nuovo sistema emostatico LigaSurerM potesse ridurre l'incidenza di tali complicanze, nonché i tempi operatori e i giorni di degenza, rispetto alle metodiche di emostasi convenzìonale. VenÌiòinque pazienti sono stati randomizzali per la tiroidectomia con LigaSurerM (gruppo A), mentre 25 per la tiroidectomla totale ulilizzando le metodiche di emo- stasi convenzionale (gruppo B)" Di questi, 39 erano donne e I I uomini, con un'età media + deviazione standard (DS) di 52.26 ! 13.57. La tiroidectomia, per entrambi i gruppi, e stata effettuata secondo tecnica chirur- gica standard della tiroìdectomia totale, che prevede il posizionamento di due dre- naggi in aspirazione al termine dell'intervento. Valutando i tempi operatori, questi sono stati inferiori in maniera statisticamente significativa neìla tiroidectomia con LigaSurerM rispetto alla tiroidectomia tradizio- nale (durata in minuti 60 I 14.8 DS, range 60-l05, gruppo A vs 92.4 t 27'5 DS, range 70-150, gruppo B; P = 0.02). La quantilà totale del liquido drenato nel postoperatorio e stata pressoché sovrap- ponibile nei due gruppi (1 45 cc + B0 DS gruppo A vs 1 40 cc + 64.1 DS gruppo B). Anche l'incidenza delle complicanze postoperatorie non è stata dissimile nei due gruppi. Abbiamo avuto 1 sola emorragia, in un paziente sottoposto a tiroidectomìa con LigaSurerM, B casi di ìpocalcemia transitoria, di cui 3 ìn pazienti con tiroidecto- mia LigaSurerM e 5 in pazienti con tiroidectomìa tradizìonale (p = 0.42),2 casi di stu- pore del nervo ricorrente (1 nel gruppo A, .1 nel gruppo B) e 1 sola lesione ricorren- ziale definitiva in un paziente del Gruppo B affetto da carcinoma, in cui la neopìasia infiltrava il nervo ricorrente, Non abbiamo avuto casi di ipocalcemia definitiva.

MARRAZZO, A., TAORMINA, P., DAVID, M., LO GERFO, D., RIILI, I., CASA', L., et al. (2007). Tiroidectomia con LigaSure TM vs tiroidectomia tradizionale. Nostra esperienza. CHIRURGIA ITALIANA, 59(3), 361-365.

Tiroidectomia con LigaSure TM vs tiroidectomia tradizionale. Nostra esperienza

MARRAZZO, Antonio;LO GERFO, Domenico;
2007-01-01

Abstract

Nelle ultime decadi la strategia chirurgica delle affezioni tiroidee, sia benigne sia maligne, ha subito dìversi cambiamenti. ln par-ticolare, la tiroidectomia totale è og- gi divenuto l'intervento chirurgico di routine delìa maggior parte delle patologie ti- roìdee. Le complicanze di tale procedura chirurgica, sebbene a eziopatogenesi multifattoriale, sono spesso collegate all'efficacia dell'emostasi. ln questo lavoro, abbiamo voluto verificare se l'impiego del nuovo sistema emostatico LigaSurerM potesse ridurre l'incidenza di tali complicanze, nonché i tempi operatori e i giorni di degenza, rispetto alle metodiche di emostasi convenzìonale. VenÌiòinque pazienti sono stati randomizzali per la tiroidectomia con LigaSurerM (gruppo A), mentre 25 per la tiroidectomla totale ulilizzando le metodiche di emo- stasi convenzionale (gruppo B)" Di questi, 39 erano donne e I I uomini, con un'età media + deviazione standard (DS) di 52.26 ! 13.57. La tiroidectomia, per entrambi i gruppi, e stata effettuata secondo tecnica chirur- gica standard della tiroìdectomia totale, che prevede il posizionamento di due dre- naggi in aspirazione al termine dell'intervento. Valutando i tempi operatori, questi sono stati inferiori in maniera statisticamente significativa neìla tiroidectomia con LigaSurerM rispetto alla tiroidectomia tradizio- nale (durata in minuti 60 I 14.8 DS, range 60-l05, gruppo A vs 92.4 t 27'5 DS, range 70-150, gruppo B; P = 0.02). La quantilà totale del liquido drenato nel postoperatorio e stata pressoché sovrap- ponibile nei due gruppi (1 45 cc + B0 DS gruppo A vs 1 40 cc + 64.1 DS gruppo B). Anche l'incidenza delle complicanze postoperatorie non è stata dissimile nei due gruppi. Abbiamo avuto 1 sola emorragia, in un paziente sottoposto a tiroidectomìa con LigaSurerM, B casi di ìpocalcemia transitoria, di cui 3 ìn pazienti con tiroidecto- mia LigaSurerM e 5 in pazienti con tiroidectomìa tradizìonale (p = 0.42),2 casi di stu- pore del nervo ricorrente (1 nel gruppo A, .1 nel gruppo B) e 1 sola lesione ricorren- ziale definitiva in un paziente del Gruppo B affetto da carcinoma, in cui la neopìasia infiltrava il nervo ricorrente, Non abbiamo avuto casi di ipocalcemia definitiva.
MARRAZZO, A., TAORMINA, P., DAVID, M., LO GERFO, D., RIILI, I., CASA', L., et al. (2007). Tiroidectomia con LigaSure TM vs tiroidectomia tradizionale. Nostra esperienza. CHIRURGIA ITALIANA, 59(3), 361-365.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Tiroidectomia con LigaSure vs tiroidectomia tradizionale.pdf

accesso aperto

Dimensione 4.95 MB
Formato Adobe PDF
4.95 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10447/6298
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? 2
  • Scopus 19
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact