An unstoppable shift in the paradigm underlying mankind’s conception of its species’ building modalities is at the root of the interest in embedding greenery in Architecture. The most capable heuristic statute of such a new course is the progressive substitution of Environment for Nature among Design drivers. Within this frame, this paper investigates the hybridisation of greenery and the built environment in the contemporary transformation of large urban highways through a diachronic and comparative approach, referencing international research and expanding its main hypothesis. With this purpose, it reconstructs the hermeneutic reference frame by progressively discussing the theoretical arguments, deepening approaches, and design cases, among which the applicative one elaborated for the transformation of Palermo's ring road.

Un inarrestabile cambiamento nel paradigma con cui l’uomo concepisce la propria specie rispetto ai suoi modi di costruire è alla base dell’attrattiva per l’incorporazione del vegetale nell’Architettura. Lo statuto euristico di maggiore capacità di tale nuovo corso è la sostituzione progressiva dell’Ambiente alla Natura fra i motori della Composizione. Su questo sfondo, l’articolo indaga l’ibridazione del vegetale e del costruito nella trasformazione contemporanea delle grandi autostrade urbane, attraverso un approccio diacronico e comparativo, in riferimento a una ricerca internazionale di cui estende l’ipotesi principale. A tal fine, ricostruisce il telaio ermeneutico di riferimento discutendo in modo progressivo gli argomenti teorici, approfondendo approcci e casi progettuali, fra cui quello applicativo elaborato per la trasformazione della circonvallazione di Palermo.

Tesoriere, Z. (2023). ARCHITETTURA, CUSTODE DELLA NATURA : il progetto di suolo nella trasformazione delle autostrade urbane, 1962-2018. AGATHÓN, 13, 87-96 [10.19229/2464-9309/1372023].

ARCHITETTURA, CUSTODE DELLA NATURA : il progetto di suolo nella trasformazione delle autostrade urbane, 1962-2018

Tesoriere, Zeila
2023-06-01

Abstract

An unstoppable shift in the paradigm underlying mankind’s conception of its species’ building modalities is at the root of the interest in embedding greenery in Architecture. The most capable heuristic statute of such a new course is the progressive substitution of Environment for Nature among Design drivers. Within this frame, this paper investigates the hybridisation of greenery and the built environment in the contemporary transformation of large urban highways through a diachronic and comparative approach, referencing international research and expanding its main hypothesis. With this purpose, it reconstructs the hermeneutic reference frame by progressively discussing the theoretical arguments, deepening approaches, and design cases, among which the applicative one elaborated for the transformation of Palermo's ring road.
giu-2023
Settore ICAR/14 - Composizione Architettonica E Urbana
Tesoriere, Z. (2023). ARCHITETTURA, CUSTODE DELLA NATURA : il progetto di suolo nella trasformazione delle autostrade urbane, 1962-2018. AGATHÓN, 13, 87-96 [10.19229/2464-9309/1372023].
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Z.Tesoriere_ Ag. 13_Architettura custode della natura_compressed.pdf

accesso aperto

Tipologia: Versione Editoriale
Dimensione 3.29 MB
Formato Adobe PDF
3.29 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10447/598633
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact