Con il rapido sviluppo di Internet, degli ultimi anni, i sistemi informativi geografici basati sull’utilizzo del Web sono diventati un argomento di forte interesse per il settore dei GIS. Il WEBGIS è uno strumento software, basato su sistemi di reti locali o geografiche e su un’interfaccia semplificata operante tramite browser Internet, che permette l’accesso a banche dati geografiche, anche a persone non esperte del settore. Tramite tale strumento è possibile visualizzare contestualmente informazioni geografiche organizzate su livelli informativi tematici, anche caratterizzati da diverso sistema di riferimento geografico ed eseguire, tramite un’interfaccia Web semplificata, parte delle operazioni che normalmente vengono eseguite con software GIS per desktopworkstation. Un WEBGIS permette quindi in modo efficiente ed a costi contenuti la condivisione di informazioni geografiche ad un più vasto pubblico non necessariamente limitato ai soli addetti ai lavori. I campi applicativi dei WEBGIS sono molteplici ed ancor più numerosi di quelli dei GIS (non dimenticando che dietro un WEBGIS c’è sempre un GIS messo a punto da esperti del settore). Di interesse è anche quello del rilievo tramite strumenti di posizionamento globale (GNSS); il WEBGIS, infatti, può anche essere un utile strumento a supporto dei rilievi condotti o da effettuarsi con ricevitori GNSS, permettendo la fornitura di informazioni utili per le fasi preliminari al rilievo (copertura rete telefonica, collegamento internet, monografie dei punti) e/o successive ad esso (download dati necessari al post processing, monografie stazioni permanenti e coordinate aggiornate). Sulla base di tali istanze e dell’esistenza di una rete di stazioni permanenti, a copertura della Sicilia occidentale, realizzata dal 2005 al 2007 per fini non soltanto scientifici, ma anche tecnici, presso il Dipartimento di Rappresentazione dell’Università di Palermo (oggi Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale, Aerospaziale, DICA) si è ritenuta di interesse la realizzazione di uno strumento software (WEBGIS), tale da permettere la gestione della grande mole di dati geografici, giornalmente acquisiti, in modo da supportare ricercatori e tecnici durante le operazioni preliminari al rilievo ed al post-processing dei dati rilevati.

Dardanelli, G., Scianna, A., Ferrara, A. (2011). Un WEBGIS Open Source a supporto dei rilievi GPS in Sicilia. BOLLETTINO DELLA SOCIETÀ ITALIANA DI FOTOGRAMMETRIA E TOPOGRAFIA, I, 73-85.

Un WEBGIS Open Source a supporto dei rilievi GPS in Sicilia

DARDANELLI, Gino;
2011-01-01

Abstract

Con il rapido sviluppo di Internet, degli ultimi anni, i sistemi informativi geografici basati sull’utilizzo del Web sono diventati un argomento di forte interesse per il settore dei GIS. Il WEBGIS è uno strumento software, basato su sistemi di reti locali o geografiche e su un’interfaccia semplificata operante tramite browser Internet, che permette l’accesso a banche dati geografiche, anche a persone non esperte del settore. Tramite tale strumento è possibile visualizzare contestualmente informazioni geografiche organizzate su livelli informativi tematici, anche caratterizzati da diverso sistema di riferimento geografico ed eseguire, tramite un’interfaccia Web semplificata, parte delle operazioni che normalmente vengono eseguite con software GIS per desktopworkstation. Un WEBGIS permette quindi in modo efficiente ed a costi contenuti la condivisione di informazioni geografiche ad un più vasto pubblico non necessariamente limitato ai soli addetti ai lavori. I campi applicativi dei WEBGIS sono molteplici ed ancor più numerosi di quelli dei GIS (non dimenticando che dietro un WEBGIS c’è sempre un GIS messo a punto da esperti del settore). Di interesse è anche quello del rilievo tramite strumenti di posizionamento globale (GNSS); il WEBGIS, infatti, può anche essere un utile strumento a supporto dei rilievi condotti o da effettuarsi con ricevitori GNSS, permettendo la fornitura di informazioni utili per le fasi preliminari al rilievo (copertura rete telefonica, collegamento internet, monografie dei punti) e/o successive ad esso (download dati necessari al post processing, monografie stazioni permanenti e coordinate aggiornate). Sulla base di tali istanze e dell’esistenza di una rete di stazioni permanenti, a copertura della Sicilia occidentale, realizzata dal 2005 al 2007 per fini non soltanto scientifici, ma anche tecnici, presso il Dipartimento di Rappresentazione dell’Università di Palermo (oggi Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale, Aerospaziale, DICA) si è ritenuta di interesse la realizzazione di uno strumento software (WEBGIS), tale da permettere la gestione della grande mole di dati geografici, giornalmente acquisiti, in modo da supportare ricercatori e tecnici durante le operazioni preliminari al rilievo ed al post-processing dei dati rilevati.
Settore ICAR/06 - Topografia E Cartografia
Dardanelli, G., Scianna, A., Ferrara, A. (2011). Un WEBGIS Open Source a supporto dei rilievi GPS in Sicilia. BOLLETTINO DELLA SOCIETÀ ITALIANA DI FOTOGRAMMETRIA E TOPOGRAFIA, I, 73-85.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
bollettino sifet 4_2010.pdf

accesso aperto

Dimensione 1.96 MB
Formato Adobe PDF
1.96 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10447/58932
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact