Nella formazione di dirigenti e insegnanti di scuola dell’infanzia e primaria uno degli ambiti ancora poco esplorati, ma su cui l’esperienza educativa e la letteratura pedagogica attestano sempre più la necessità di concentrare l’attenzione, è quello della pedagogia della famiglia. Infatti, oggi diventa urgente che insegnanti e dirigenti siano adeguatamente preparati, per entrare in relazioni alle famiglie, ad imparare a conoscere la cultura educativa della famiglia, sostenere la genitorialità e i legami di comunità, in modo da costruire autentici progetti di corresponsabilità educativa. Con tale finalità, il contributo presenta una riflessione epistemologica su senso e metodo della pedagogia della famiglia per mettere in luce da un lato il sapere educativo promosso dalla pedagogia della famiglia a partire da quelle che costituiscono le sue “scienze fonti” (psicologia e sociologia), e dall'altro lato presentarne i metodi, attraverso una rassegna di possibili interventi e proposte pratiche di sostegno educativo alla genitorialità a scuola. Tali interventi formativi possono costituire strumenti per la costruzione di un’autentica corresponsabilità educativa scuola-famiglia per dirigenti, insegnanti e genitori. In tal senso, accompagnare e sostenere la genitorialità significa rendere consapevoli i genitori dei limiti di un agire educativo in solitudine e del bisogno di costruire alleanze educative che possano sostenere e arricchire l'esperienza e il vissuto genitoriale. Ma è in primo luogo con i dirigenti e gli insegnanti che bisogna mettere a tema i limiti di un agire educativo in solitudine e il bisogno di valorizzare il ruolo educativo dei genitori a partire dalle loro esperienze e risorse. Si tratta indubbiamente di un lavoro che deve mettere al centro della formazione di dirigenti e insegnanti processi di riflessività che possano condurre verso un'esperienza di mutamento rispetto ad un sapere spontaneo che nasce dalle “precomprensioni” di ciascuno, in direzione di un modo diverso di pensare e di agire. Un lavoro di riflessività sulle abitudini che informano il pensare, il sentire e l'agire di dirigenti, insegnanti e genitori, un lavoro specifico mirato a potenziare le competenze comunicative e la capacità di gestire i conflitti e i confini nelle relazioni. Riconoscere i confini della competenza e del valore educativo dell'altro, non significa difendere in modo rigido il proprio spazio, né invadere lo spazio altrui, si tratta piuttosto di un lavoro sul riconoscimento delle differenze tra me e l’altro, che è la base di un'educazione alla relazione, grazie alla quale la persona (insegnante, dirigente, genitore) acquisisce una maggiore consapevolezza delle differenze da cui è segnata anche al suo interno: si tratta di un elemento imprescindibile di ogni percorso formativo personale e professionale.

Giuseppina D'Addelfio, Maria Vinciguerra (2022). La pedagogia della famiglia nella formazione di dirigenti e insegnanti di scuola dell’infanzia e primaria. In M. Fiorucci, E. Zizioli (a cura di), La formazione degli insegnanti: problemi, prospettive e proposte per una scuola di qualità e aperta a tutti e tutte. (pp. 407-410). Lecce : Pensa MultiMedia.

La pedagogia della famiglia nella formazione di dirigenti e insegnanti di scuola dell’infanzia e primaria

Giuseppina D'Addelfio;Maria Vinciguerra
2022-01-01

Abstract

Nella formazione di dirigenti e insegnanti di scuola dell’infanzia e primaria uno degli ambiti ancora poco esplorati, ma su cui l’esperienza educativa e la letteratura pedagogica attestano sempre più la necessità di concentrare l’attenzione, è quello della pedagogia della famiglia. Infatti, oggi diventa urgente che insegnanti e dirigenti siano adeguatamente preparati, per entrare in relazioni alle famiglie, ad imparare a conoscere la cultura educativa della famiglia, sostenere la genitorialità e i legami di comunità, in modo da costruire autentici progetti di corresponsabilità educativa. Con tale finalità, il contributo presenta una riflessione epistemologica su senso e metodo della pedagogia della famiglia per mettere in luce da un lato il sapere educativo promosso dalla pedagogia della famiglia a partire da quelle che costituiscono le sue “scienze fonti” (psicologia e sociologia), e dall'altro lato presentarne i metodi, attraverso una rassegna di possibili interventi e proposte pratiche di sostegno educativo alla genitorialità a scuola. Tali interventi formativi possono costituire strumenti per la costruzione di un’autentica corresponsabilità educativa scuola-famiglia per dirigenti, insegnanti e genitori. In tal senso, accompagnare e sostenere la genitorialità significa rendere consapevoli i genitori dei limiti di un agire educativo in solitudine e del bisogno di costruire alleanze educative che possano sostenere e arricchire l'esperienza e il vissuto genitoriale. Ma è in primo luogo con i dirigenti e gli insegnanti che bisogna mettere a tema i limiti di un agire educativo in solitudine e il bisogno di valorizzare il ruolo educativo dei genitori a partire dalle loro esperienze e risorse. Si tratta indubbiamente di un lavoro che deve mettere al centro della formazione di dirigenti e insegnanti processi di riflessività che possano condurre verso un'esperienza di mutamento rispetto ad un sapere spontaneo che nasce dalle “precomprensioni” di ciascuno, in direzione di un modo diverso di pensare e di agire. Un lavoro di riflessività sulle abitudini che informano il pensare, il sentire e l'agire di dirigenti, insegnanti e genitori, un lavoro specifico mirato a potenziare le competenze comunicative e la capacità di gestire i conflitti e i confini nelle relazioni. Riconoscere i confini della competenza e del valore educativo dell'altro, non significa difendere in modo rigido il proprio spazio, né invadere lo spazio altrui, si tratta piuttosto di un lavoro sul riconoscimento delle differenze tra me e l’altro, che è la base di un'educazione alla relazione, grazie alla quale la persona (insegnante, dirigente, genitore) acquisisce una maggiore consapevolezza delle differenze da cui è segnata anche al suo interno: si tratta di un elemento imprescindibile di ogni percorso formativo personale e professionale.
Settore M-PED/01 - Pedagogia Generale E Sociale
https://cris.unibo.it/retrieve/handle/11585/894268/f90ea321-5161-4239-a830-c867bc3bc7e0/2022-09-16-Siped-Convegno-Nazionale-Roma-Atti-Sessioni-Parallele.pdf
Giuseppina D'Addelfio, Maria Vinciguerra (2022). La pedagogia della famiglia nella formazione di dirigenti e insegnanti di scuola dell’infanzia e primaria. In M. Fiorucci, E. Zizioli (a cura di), La formazione degli insegnanti: problemi, prospettive e proposte per una scuola di qualità e aperta a tutti e tutte. (pp. 407-410). Lecce : Pensa MultiMedia.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Atti Siped 2022 D'Addelfio - Vinciguerra.pdf

Solo gestori archvio

Tipologia: Versione Editoriale
Dimensione 470.1 kB
Formato Adobe PDF
470.1 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10447/578710
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact