In the absence of a welfare system capable of responding to the crisis and the new scenario it outlines, cultural organizations and practices cope with the emergency by providing a collective response to new social and individual needs. With strong territorial roots, they pursue social innovation through the empowerment of the communities and contexts in which they operate, experimenting with new models of governance and promoting local welfare as a function of urban spaces and at the urban micro-scale. Starting from the social mobilization acted by culture-led 'Third Sector' actors, with a focus on the Palermo context, the aim of this contribution is to question the role of these "intermediate corps" in the management of local welfare and territorial governance policies.

In assenza di un sistema di welfare capace di rispondere alla crisi e al nuovo scenario che questa delinea, organizzazioni e pratiche culturali fanno fronte all’emergenza fornendo una risposta collettiva ai nuovi bisogni sociali e individuali. Con un forte radicamento territoriale, perseguono l’innovazione sociale attraverso l’empowerment delle comunità e dei contesti in cui operano, sperimentando nuovi modelli di governance e promuovendo un welfare locale in funzione degli spazi urbani e alla micro-scala urbana. A partire dalla mobilitazione sociale agita dagli attori del Terzo Settore culture-led, con un focus sul contesto palermitano, l’obiettivo di questo contributo è interrogarsi sul ruolo di questi “corpi intermedi” nella gestione del welfare locale e nelle politiche di governo del territorio.

Crobe, S. (2022). Pratiche culturali e second welfare. Il ruolo del Terzo Settore nei processi di rigenerazione urbana nella città (post)pandemica. URBANISTICA INFORMAZIONI, 50(306 s.i.), 520-522.

Pratiche culturali e second welfare. Il ruolo del Terzo Settore nei processi di rigenerazione urbana nella città (post)pandemica

Crobe, Stefania
2022-01-01

Abstract

In assenza di un sistema di welfare capace di rispondere alla crisi e al nuovo scenario che questa delinea, organizzazioni e pratiche culturali fanno fronte all’emergenza fornendo una risposta collettiva ai nuovi bisogni sociali e individuali. Con un forte radicamento territoriale, perseguono l’innovazione sociale attraverso l’empowerment delle comunità e dei contesti in cui operano, sperimentando nuovi modelli di governance e promuovendo un welfare locale in funzione degli spazi urbani e alla micro-scala urbana. A partire dalla mobilitazione sociale agita dagli attori del Terzo Settore culture-led, con un focus sul contesto palermitano, l’obiettivo di questo contributo è interrogarsi sul ruolo di questi “corpi intermedi” nella gestione del welfare locale e nelle politiche di governo del territorio.
Settore ICAR/21 - Urbanistica
Crobe, S. (2022). Pratiche culturali e second welfare. Il ruolo del Terzo Settore nei processi di rigenerazione urbana nella città (post)pandemica. URBANISTICA INFORMAZIONI, 50(306 s.i.), 520-522.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
ui306si_preview_crobe.pdf

accesso aperto

Tipologia: Versione Editoriale
Dimensione 1.17 MB
Formato Adobe PDF
1.17 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10447/578149
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact