Una donna caucasica di 18 anni si presentava all’osservazione presso il Settore di Medicina Orale (Università degli Studi di Palermo) data la comparsa di una neoformazione localizzata in zona trigono retromolare destro. L’anamnesi patologica non evidenziava la presenza di patologie sistemiche attuali o pregresse. La paziente era in buone condizioni di salute, riferiva di non assumere farmaci e di non avere subito alcun intervento chirurgico; dichiarava di non avere mai fumato. La paziente riferiva un lento e progressivo accrescimento della lesione, in assenza di sintomatologia algica. L’esame obiettivo extra-orale non evidenziava linfoadenopatie latero-cervicali o altre anomalie. All’esame obiettivo intra-orale si rilevava una neoformazione esofitica a larga base di impianto, distalmente all’elemento 4.7. La lesione aveva circa 1 cm di diametro, la mucosa di rivestimento era di colorito rossastro, con aree di ipercheratosi e di erosione. La lesione risultava mobile rispetto ai piani sottostanti. Alla palpazione si apprezzava una consistenza fibrosa duro-elastica. La paziente esibiva una radiografia endorale in cui si apprezzava la presenza di una radio-opacità con margini netti all’interno della lesione. In considerazione della crescita della lesione e dell’aspetto clinico-radiografico benigno, si prescriveva alla paziente un’ortopantomografia (OPT).

Mauceri, R., Seminara, G., Rodolico, V., Campisi, G. (2022). Neoformazione esofitica mandibolare in una giovane paziente. DENTAL CADMOS, 90(10), 739 [10.19256/d.cadmos.10.2022.03].

Neoformazione esofitica mandibolare in una giovane paziente

Mauceri, Rodolfo;Seminara, Giuseppe;Rodolico, Vito;Campisi, Giuseppina
2022-01-01

Abstract

Una donna caucasica di 18 anni si presentava all’osservazione presso il Settore di Medicina Orale (Università degli Studi di Palermo) data la comparsa di una neoformazione localizzata in zona trigono retromolare destro. L’anamnesi patologica non evidenziava la presenza di patologie sistemiche attuali o pregresse. La paziente era in buone condizioni di salute, riferiva di non assumere farmaci e di non avere subito alcun intervento chirurgico; dichiarava di non avere mai fumato. La paziente riferiva un lento e progressivo accrescimento della lesione, in assenza di sintomatologia algica. L’esame obiettivo extra-orale non evidenziava linfoadenopatie latero-cervicali o altre anomalie. All’esame obiettivo intra-orale si rilevava una neoformazione esofitica a larga base di impianto, distalmente all’elemento 4.7. La lesione aveva circa 1 cm di diametro, la mucosa di rivestimento era di colorito rossastro, con aree di ipercheratosi e di erosione. La lesione risultava mobile rispetto ai piani sottostanti. Alla palpazione si apprezzava una consistenza fibrosa duro-elastica. La paziente esibiva una radiografia endorale in cui si apprezzava la presenza di una radio-opacità con margini netti all’interno della lesione. In considerazione della crescita della lesione e dell’aspetto clinico-radiografico benigno, si prescriveva alla paziente un’ortopantomografia (OPT).
Mauceri, R., Seminara, G., Rodolico, V., Campisi, G. (2022). Neoformazione esofitica mandibolare in una giovane paziente. DENTAL CADMOS, 90(10), 739 [10.19256/d.cadmos.10.2022.03].
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
06-Dental-Cadmos-90_10_2022-Quesito-diagnostico-150.pdf

Solo gestori archvio

Tipologia: Versione Editoriale
Dimensione 106.55 kB
Formato Adobe PDF
106.55 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10447/577830
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact