Already from the name the city of Palermo reveals one of its most significant peculiarities, that is the capacity to welcome: from the Greek «Pan ormos» - all port. In general, aware of the vocation of Palermo, the Vucciria market was chosen to explain the contents of the Interreg Italy-Malta, I-Access Project of Implementing the accessibility to urban historic center's use and knowledge and for the similarities and differences observed in the Valletta and Palermo. The I-ACCESS project has verified a method to promote accessibility in a cultural and physical sense and this experience can be repeated in other historic centers. Knowledge of the material reality of the heritage that makes up historic cities is the basis of any action aimed at preserving their distinctive characteristics, and the values to be protected and transmitted, in stratified authenticity to the generations that will follow us. The community's interest in historic centers increases with the ability of architecture and the urban environment to continue to communicate beauty, to attract, to allow, through sustainable activities, flows of residents and tourists. In the buildings and areas of the I-ACCESS itinerary of the Vucciria, the existing problems, relating to cultural and physical accessibility, are mainly the absence of tools to increase knowledge, also useful for people with visual disabilities and the presence of height differences. Within the I-ACCESS Project, the solution to problems related to physical accessibility has been identified in the addition of architectural solutions that approach the pre-existing building and which, by communicating with it, complete it. At Vucciria, thanks to I-ACCESS, the interventions for cultural accessibility concern the architecture of the itinerary, while the construction sites for overcoming the differences in height concerned only some churches. Among those investigated in the project, but where no interventions have been carried out, is the church of S. Sebastiano. A new churchyard was designed for it, where once it already existed, formed by a shelf which is accessed by an inclined ramp and some steps. The materials chosen are the local Billiemi stone and stainless steel for the handrails. With the I-ACCESS project, Vucciria has seen an increase in the possibility of knowing and fully enjoying its heritage, as part of that of Palermo. The method used is based on material knowledge and the values of the past, looking forward to the future, precisely because thinking about the past is already thinking about the future.

Già dal nome la città di Palermo rivela una delle sue peculiarità più significative, ovvero la capacità di accogliere: dal greco «Pan ormos» - tutto porto. In generale, consapevole della vocazione di Palermo, il mercato della Vucciria è stato scelto per illustrare i contenuti del Progetto Interreg Italia-Malta, I-Access di Implementare l'accessibilità alla fruizione e alla conoscenza del centro storico urbano e per le somiglianze e le differenze riscontrate nel La Valletta e Palermo. Il progetto I-ACCESS ha verificato un metodo per promuovere l'accessibilità in senso culturale e fisico e questa esperienza può essere ripetuta in altri centri storici. La conoscenza della realtà materiale del patrimonio che compone le città storiche è alla base di ogni azione volta a preservarne le caratteristiche distintive, ei valori da tutelare e trasmettere, in stratificata autenticità alle generazioni che ci seguiranno. L'interesse della comunità per i centri storici cresce con la capacità dell'architettura e dell'ambiente urbano di continuare a comunicare bellezza, ad attrarre, a consentire, attraverso attività sostenibili, flussi di residenti e turisti. Negli edifici e nelle aree del percorso I-ACCESS della Vucciria, le problematiche esistenti, relative all'accessibilità culturale e fisica, sono principalmente l'assenza di strumenti per accrescere le conoscenze, utili anche alle persone con disabilità visive e la presenza di dislivelli. Nell'ambito del Progetto I-ACCESS, la soluzione ai problemi legati all'accessibilità fisica è stata individuata nell'aggiunta di soluzioni architettoniche che si accostano all'edificio preesistente e che, dialogando con esso, lo completano. Alla Vucciria, grazie a I-ACCESS, gli interventi per l'accessibilità culturale riguardano l'architettura del percorso, mentre i cantieri per il superamento dei dislivelli hanno interessato solo alcune chiese. Tra quelle indagate nel progetto, ma dove non sono stati effettuati interventi, è la chiesa di S. Sebastiano. Per essa fu progettato un nuovo sagrato, dove un tempo già esisteva, formato da una mensola a cui si accede da una rampa inclinata e da alcuni gradini. I materiali scelti sono la pietra locale di Billiemi e l'acciaio inox per i corrimano. Con il progetto I-ACCESS, la Vucciria ha visto aumentare le possibilità di conoscere e godere appieno del proprio patrimonio, nell'ambito di quello palermitano. Il metodo utilizzato si basa sulla conoscenza materiale e sui valori del passato, guardando al futuro, proprio perché pensare al passato è già pensare al futuro.

Scaduto, R. (2021). Pienamente conservare per pienamente fruire: il paradigma della Vucciria di Palermo nel Progetto I-Access. In Intereg Italia-Malta-I-ACCESS_Il Progetto I-ACCESS Patrimonio culturale e accessibilità (pp. 83-94). Palermo : Edizioni Caracol srl Palermo.

Pienamente conservare per pienamente fruire: il paradigma della Vucciria di Palermo nel Progetto I-Access

Scaduto, Rosario
2021-10-30

Abstract

Già dal nome la città di Palermo rivela una delle sue peculiarità più significative, ovvero la capacità di accogliere: dal greco «Pan ormos» - tutto porto. In generale, consapevole della vocazione di Palermo, il mercato della Vucciria è stato scelto per illustrare i contenuti del Progetto Interreg Italia-Malta, I-Access di Implementare l'accessibilità alla fruizione e alla conoscenza del centro storico urbano e per le somiglianze e le differenze riscontrate nel La Valletta e Palermo. Il progetto I-ACCESS ha verificato un metodo per promuovere l'accessibilità in senso culturale e fisico e questa esperienza può essere ripetuta in altri centri storici. La conoscenza della realtà materiale del patrimonio che compone le città storiche è alla base di ogni azione volta a preservarne le caratteristiche distintive, ei valori da tutelare e trasmettere, in stratificata autenticità alle generazioni che ci seguiranno. L'interesse della comunità per i centri storici cresce con la capacità dell'architettura e dell'ambiente urbano di continuare a comunicare bellezza, ad attrarre, a consentire, attraverso attività sostenibili, flussi di residenti e turisti. Negli edifici e nelle aree del percorso I-ACCESS della Vucciria, le problematiche esistenti, relative all'accessibilità culturale e fisica, sono principalmente l'assenza di strumenti per accrescere le conoscenze, utili anche alle persone con disabilità visive e la presenza di dislivelli. Nell'ambito del Progetto I-ACCESS, la soluzione ai problemi legati all'accessibilità fisica è stata individuata nell'aggiunta di soluzioni architettoniche che si accostano all'edificio preesistente e che, dialogando con esso, lo completano. Alla Vucciria, grazie a I-ACCESS, gli interventi per l'accessibilità culturale riguardano l'architettura del percorso, mentre i cantieri per il superamento dei dislivelli hanno interessato solo alcune chiese. Tra quelle indagate nel progetto, ma dove non sono stati effettuati interventi, è la chiesa di S. Sebastiano. Per essa fu progettato un nuovo sagrato, dove un tempo già esisteva, formato da una mensola a cui si accede da una rampa inclinata e da alcuni gradini. I materiali scelti sono la pietra locale di Billiemi e l'acciaio inox per i corrimano. Con il progetto I-ACCESS, la Vucciria ha visto aumentare le possibilità di conoscere e godere appieno del proprio patrimonio, nell'ambito di quello palermitano. Il metodo utilizzato si basa sulla conoscenza materiale e sui valori del passato, guardando al futuro, proprio perché pensare al passato è già pensare al futuro.
Fully preserve to fully enjoy: the paradigm of the Vucciria of Palermo in the I-ACCESS Project
Settore ICAR/19 - Restauro
https://www.edizionicaracol.it/wordpress/wp-content/uploads/2022/09/I-Access-Palermo-a-formato-finito-ottimizzato.pdf
Scaduto, R. (2021). Pienamente conservare per pienamente fruire: il paradigma della Vucciria di Palermo nel Progetto I-Access. In Intereg Italia-Malta-I-ACCESS_Il Progetto I-ACCESS Patrimonio culturale e accessibilità (pp. 83-94). Palermo : Edizioni Caracol srl Palermo.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
R.Scaduto_saggio I-Access.2021.pdf

accesso aperto

Tipologia: Versione Editoriale
Dimensione 3.07 MB
Formato Adobe PDF
3.07 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10447/576730
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact