Il contributo intende esaminare il rapporto tra musica e gioco a partire dall'analisi del Terzetto delle carte in "Carmen" (1875) di Georges Bizet. Si vuole, infatti, dimostrare come la presenza delle carte da gioco sia qui molto più di un semplice spunto tematico, rivestendo al contrario una funzione sostanziale e paradigmatica, direttamente connessa alla drammaturgia dell'opera, oltre che alla nozione di tempo.

Ilaria Grippaudo (2016). Carte, gioco e destino in "Carmen". In Georges Bizet. Carmen (pp. 103-120). Palermo : Teatro Massimo di Palermo.

Carte, gioco e destino in "Carmen"

Ilaria Grippaudo
Primo
2016

Abstract

Il contributo intende esaminare il rapporto tra musica e gioco a partire dall'analisi del Terzetto delle carte in "Carmen" (1875) di Georges Bizet. Si vuole, infatti, dimostrare come la presenza delle carte da gioco sia qui molto più di un semplice spunto tematico, rivestendo al contrario una funzione sostanziale e paradigmatica, direttamente connessa alla drammaturgia dell'opera, oltre che alla nozione di tempo.
Settore L-ART/07 - Musicologia E Storia Della Musica
Ilaria Grippaudo (2016). Carte, gioco e destino in "Carmen". In Georges Bizet. Carmen (pp. 103-120). Palermo : Teatro Massimo di Palermo.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Grippaudo_Carmen.pdf

Solo gestori archvio

Tipologia: Versione Editoriale
Dimensione 556.84 kB
Formato Adobe PDF
556.84 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10447/566690
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact