Lo spazio sociale della sordità: da individuo a comunità