The volume collects some of the reports held within the anthropology of art seminar cycle, organized in 2019 by the Association for the Conservation of Popular Traditions in collaboration with the Academy of Fine Arts of Palermo and edited by Rosario Perricone. The seminar included several meetings during which scholars from different disciplinary fields debated on concepts, notions and objects that stand at the crossroads between the disciplines of anthropology, art history, semiotics, cultural studies, visual culture, sometimes outlining phenomena of hybridization of artistic and ethnographic practices and, sometimes, of dissolving one into the other. The book is then enriched with the contributions of other eminent scholars who broaden the horizon of themes, experiences and reflections, restoring the breadth and complexity of the current debate on the anthropology of art to the reader. The volume focuses on interdisciplinarity and proposes a new hybridized and complex method that does not belong to any of the classical humanistic disciplines. We try to respond to this theoretical assumption by following the various paths that lead to the dissolution of the individual disciplines through the "clash" (in the etymological sense of fusion) that produces new effusions, new and different possibilities of birth, and rebirth, of new hybrids theoretical paradigms.

Il volume raccoglie alcune delle relazioni tenute all’interno del ciclo di seminari Antropologia dell’arte, organizzato nel 2019 dall’Associazione per la conservazione delle tradizioni popolari in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Palermo e curato da Rosario Perricone. Il seminario comprendeva diversi incontri durante i quali studiosi di diversi ambiti disciplinari hanno dibattuto su concetti, nozioni e oggetti che si pongono al crocevia tra le discipline dell’antropologia, della storia dell’arte, della semiotica, degli studi culturali, della visual culture, delineando talvolta fenomeni di ibridazione delle pratiche artistiche ed etnografiche e, talvolta, di dissolvenza delle une nelle altre. Il libro si arricchisce poi dei contributi di altri eminenti studiosi che ampliano l’orizzonte delle tematiche, delle esperienze e delle riflessioni restituendo al lettore l’ampiezza e complessità del dibattito attuale sull’antropologia dell’arte. Il volume è incentrato sulla interdisciplinarità e propone un nuovo metodo ibridato e complesso che non appartenga a nessuna delle discipline umanistiche classiche. Si cerca di rispondere a questo assunto teorico percorrendo la diverse vie che portano alla dissoluzione delle singole discipline attraverso lo “scontro” (nel senso etimologico di fusione) che produce nuove effusioni, nuove e diverse possibilità di nascita, e di rinascita, di nuovi ibridati paradigmi teorici.

PERRICONE, R. (2021). Introduzione ad Arte : Artworks, mimesis, agency. In R. Perricone (a cura di), Etnografie ad arte : agency, mimesis, creatività e pratica degli artworks (pp. 11-25). Palermo : Museo Pasqualino.

Introduzione ad Arte : Artworks, mimesis, agency

PERRICONE, Rosario
2021

Abstract

Il volume raccoglie alcune delle relazioni tenute all’interno del ciclo di seminari Antropologia dell’arte, organizzato nel 2019 dall’Associazione per la conservazione delle tradizioni popolari in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Palermo e curato da Rosario Perricone. Il seminario comprendeva diversi incontri durante i quali studiosi di diversi ambiti disciplinari hanno dibattuto su concetti, nozioni e oggetti che si pongono al crocevia tra le discipline dell’antropologia, della storia dell’arte, della semiotica, degli studi culturali, della visual culture, delineando talvolta fenomeni di ibridazione delle pratiche artistiche ed etnografiche e, talvolta, di dissolvenza delle une nelle altre. Il libro si arricchisce poi dei contributi di altri eminenti studiosi che ampliano l’orizzonte delle tematiche, delle esperienze e delle riflessioni restituendo al lettore l’ampiezza e complessità del dibattito attuale sull’antropologia dell’arte. Il volume è incentrato sulla interdisciplinarità e propone un nuovo metodo ibridato e complesso che non appartenga a nessuna delle discipline umanistiche classiche. Si cerca di rispondere a questo assunto teorico percorrendo la diverse vie che portano alla dissoluzione delle singole discipline attraverso lo “scontro” (nel senso etimologico di fusione) che produce nuove effusioni, nuove e diverse possibilità di nascita, e di rinascita, di nuovi ibridati paradigmi teorici.
978-88-97035-93-0
PERRICONE, R. (2021). Introduzione ad Arte : Artworks, mimesis, agency. In R. Perricone (a cura di), Etnografie ad arte : agency, mimesis, creatività e pratica degli artworks (pp. 11-25). Palermo : Museo Pasqualino.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
perricone_introduzione.pdf

Solo gestori archvio

Descrizione: Introduzione
Tipologia: Versione Editoriale
Dimensione 2.38 MB
Formato Adobe PDF
2.38 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10447/528709
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact