The essay investigates the heritage of historic villas and gardens, arranged with parterre, avenues, scultptures, pavilions, fountains and rich flora and in some cases even exotic fauna, created, from the second half of the seventeenth century, in Bagheria, near Palermo. The processes of transformation, abandonment and destruction (second half of the 20th century) are also presented, evaluating the new intervention policies based on the need for a census of surviving historic gardens and parks, activating the essential bases to contribute to the action of knowledge, protection, maintenance, restoration and enhancement. For some restoration interventions already carried out on historic gardens, such as Villa Cattolica and Villa S. Cataldo, their correctness is ascertained, in particular in the light of the Florence Charters. At the same time and with the same methodological approach and attention to the principles of the Florence Charters, studies and project proposals are proposed for other examples: the unique stone zoo of the so-called "monsters" and parterre of Villa Palagonia, and the same exceptional garden at the of the villa S. Cataldo.

Il saggio indaga il patrimonio delle ville e dei giardini storici, sistemati con parterre, viali, sculture, padiglioni, fontane e ricca flora e in alcuni casi anche fauna esotica, realizzati, dalla seconda metà del Seicento, a Bagheria, vicino Palermo. Sono anche presentati i processi di trasformazione, abbandono e distruzione (seconda metà del sec. XX), valutando le nuove politiche d’intervento basate sulla necessità di un censimento dei giardini e dei parchi storici superstiti, attivando le basi indispensabili per contribuire all’azione di conoscenza, tutela, manutenzione, restauro e valorizzazione. Per alcuni interventi di restauro già effettuati su giardini storici, come villa Cattolica e villa S. Cataldo, si constata la loro correttezza, in particolare alla luce delle Carte di Firenze. Parallelamente e con la stessa impostazione metodologica e attenzione ai principi delle Carte di Firenze, si propongono studi e proposte di progetti per altri esempi: il singolare zoo di pietra dei cosiddetti “mostri” e parterre di villa Palagonia, e lo stesso eccezionale giardino all’italiana di villa S. Cataldo.

Scaduto R (2021). I giardini storici di Bagheria fra abbandono, complice distruzione e valorizzazione. RESTAURO ARCHEOLOGICO, 29(1), 294-299.

I giardini storici di Bagheria fra abbandono, complice distruzione e valorizzazione

Scaduto R
2021-11

Abstract

Il saggio indaga il patrimonio delle ville e dei giardini storici, sistemati con parterre, viali, sculture, padiglioni, fontane e ricca flora e in alcuni casi anche fauna esotica, realizzati, dalla seconda metà del Seicento, a Bagheria, vicino Palermo. Sono anche presentati i processi di trasformazione, abbandono e distruzione (seconda metà del sec. XX), valutando le nuove politiche d’intervento basate sulla necessità di un censimento dei giardini e dei parchi storici superstiti, attivando le basi indispensabili per contribuire all’azione di conoscenza, tutela, manutenzione, restauro e valorizzazione. Per alcuni interventi di restauro già effettuati su giardini storici, come villa Cattolica e villa S. Cataldo, si constata la loro correttezza, in particolare alla luce delle Carte di Firenze. Parallelamente e con la stessa impostazione metodologica e attenzione ai principi delle Carte di Firenze, si propongono studi e proposte di progetti per altri esempi: il singolare zoo di pietra dei cosiddetti “mostri” e parterre di villa Palagonia, e lo stesso eccezionale giardino all’italiana di villa S. Cataldo.
Settore ICAR/19 - Restauro
https://didapress.it/riviste
https://issuu.com/dida-unifi/docs/ra_special_issue_giardini_storici_1_2021
Scaduto R (2021). I giardini storici di Bagheria fra abbandono, complice distruzione e valorizzazione. RESTAURO ARCHEOLOGICO, 29(1), 294-299.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
SCADUTO-RA_Giardini Bagheria.pdf

accesso aperto

Descrizione: File integrale con copertina e indice
Tipologia: Versione Editoriale
Dimensione 2.98 MB
Formato Adobe PDF
2.98 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10447/526291
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact