Laser scanners and SfM photogrammetry corrupted the secular connection between measure and drawing, based on sketches drafted on site that usually prefigured plans, sections and fronts of the surveyed building. This study aims at stating, through a test on a case study, that digital tools set up new connections between drawing and measure and provide unprecedented opportunities for investigations that address the design of a monument or a work of art. The proposed case study is the reconstruction of the design of the facade of Palazzo Aiutamicristo, built in Palermo in the last decade of the XV century by the caput magister Matteo Carnilivari. The facade was deeply transformed few years later, probably before 1535, when the palace hosted King Charles V visiting Palermo. Traces of the windows and cornices of the original facade survived the transformation; the reconstruction of Carnilivaris’s design, developed on a digital replica of the facade, evidences the strength of the digital connection between drawing and measure; drawing detects connections that allow the reconstruction of an architectural element from a fragment. The detection of the alignment of windows at different levels led to the detection of new traces, new measures and new correspond- ences.

I laser scanner e la fotogrammetria SfM hanno scardinato il legame tradizionale fra misura e disegno, fissato negli eidotipi che spesso prefiguravano i disegni di restituzione. Il contributo che segue intende dimostrare, attraverso una esemplificazione su un caso studio, che le tecnologie digitali e il lavoro di indagine su repliche del reale, esaltano, attraverso nuovi modi di interazione fra disegno e misura, la possibilità di indagare l’architettura costruita per decodificarne lo schema, il progetto. Il caso studio prescelto è il fronte principale di palazzo Aiutamicristo, costruito a Palermo a partire dal 1490 su progetto di Matteo Carnilivari. Il prospetto di palazzo Aiutamicristo avrà vita breve; gli eredi del capostipite Guglielmo promuoveranno il rinnovamento del fronte pochi anni dopo la sua ultimazione, probabilmente prima del 1535, quando il palazzo ospiterà il re Carlo V in visita a Palermo. Delle aperture e delle cornici del progetto originario rimangono tracce ancora visibili sul paramento murario. Il lavoro di ricostruzione mostra in modo chiaro la forza del connubio disegno-misura nello studio dell’architettura condotto su repliche digitali; il disegno rintraccia corrispondenze che permettono di ricostruire la misura di un elemento da un suo frammento. Copie dell’elemento riconfigurato conducono alla scoperta di deboli tracce, sfuggite a una prima osservazione, che fissano nuove misure e nuove corrispondenze.

AGNELLO, F. (2020). Dal disegno alla misura. Ricostruzione del fronte di palazzo Aiutamicristo a Palermo. DISEGNO(7), 69-80 [10.26375/disegno.7.2020.09].

Dal disegno alla misura. Ricostruzione del fronte di palazzo Aiutamicristo a Palermo

Fabrizio Agnello
2020

Abstract

I laser scanner e la fotogrammetria SfM hanno scardinato il legame tradizionale fra misura e disegno, fissato negli eidotipi che spesso prefiguravano i disegni di restituzione. Il contributo che segue intende dimostrare, attraverso una esemplificazione su un caso studio, che le tecnologie digitali e il lavoro di indagine su repliche del reale, esaltano, attraverso nuovi modi di interazione fra disegno e misura, la possibilità di indagare l’architettura costruita per decodificarne lo schema, il progetto. Il caso studio prescelto è il fronte principale di palazzo Aiutamicristo, costruito a Palermo a partire dal 1490 su progetto di Matteo Carnilivari. Il prospetto di palazzo Aiutamicristo avrà vita breve; gli eredi del capostipite Guglielmo promuoveranno il rinnovamento del fronte pochi anni dopo la sua ultimazione, probabilmente prima del 1535, quando il palazzo ospiterà il re Carlo V in visita a Palermo. Delle aperture e delle cornici del progetto originario rimangono tracce ancora visibili sul paramento murario. Il lavoro di ricostruzione mostra in modo chiaro la forza del connubio disegno-misura nello studio dell’architettura condotto su repliche digitali; il disegno rintraccia corrispondenze che permettono di ricostruire la misura di un elemento da un suo frammento. Copie dell’elemento riconfigurato conducono alla scoperta di deboli tracce, sfuggite a una prima osservazione, che fissano nuove misure e nuove corrispondenze.
Settore ICAR/17 - Disegno
https://disegno.unioneitalianadisegno.it/index.php/disegno/issue/view/7
AGNELLO, F. (2020). Dal disegno alla misura. Ricostruzione del fronte di palazzo Aiutamicristo a Palermo. DISEGNO(7), 69-80 [10.26375/disegno.7.2020.09].
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Agnello Aiutamicristo ENG.pdf

accesso aperto

Tipologia: Versione Editoriale
Dimensione 6.19 MB
Formato Adobe PDF
6.19 MB Adobe PDF Visualizza/Apri
Agnello Aiutamicristo ITA.pdf

accesso aperto

Descrizione: Articolo principale
Tipologia: Versione Editoriale
Dimensione 6.19 MB
Formato Adobe PDF
6.19 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10447/517721
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 0
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact