Sexuality is one of the human dimensions that have received major forms of control, regulation and normalization. In particular, it has become a subject of study through essentialist approaches that can be traced back to the concept of scientia sexualis, which proposed a monolithic sexuality, anchored to the concepts of right and wrong, moral and immoral, normal and abnormal. depending on the reference cultures and organizations. Even today, despite the symbolic-interactionist reflections offered by authors such as Garfinkel, Goffman and Simon and Gagnon, sexuality appears to be regulated by the medical discourse and tied to a double knot by the moral dimension. Even the sociological and criminological disciplines have not been exempt from the influences of the moralistic conceptions of sexuality developed in the late Victorian era, and with difficulty they have renounced the bio-psycho-medical framework to consider the sexual act as a human phenomenon anchored to precise symbolic meanings, shared, reworked and constantly adapted within human and luenzati interactions and capable of still exercising a strong and decisive control in every aspect of the individual's sexuality.

La sessualità è una delle dimensioni umane che hanno ricevuto maggiori forme di controllo, regolamentazione e normalizzazione. In particolare, essa è divenuta argomento di studio tramite approcci essenzialisti riconducibili al concetto di scientia sexualis, che proponeva una sessualità monolitica, ancorata ai concetti di giusto e sbagliato, morale e immorale, normale e anormale. dipendentemente dalle culture e organizzazioni di riferimento. Ancora oggi, nonostante le riflessioni in chiave simbolico-interazionista offerta da autori quali Garfinkel, Goffman e Simon e Gagnon, la sessualità appare regolamentata dal discorso medico e legata a doppio nodo dalla dimensione morale. Anche le discipline sociologiche e criminologiche non sono state esenti dagli influssi delle concezioni moralistiche della sessualità sviluppate in epoca tardovittoriana, e con difficoltà hanno rinunciato all’impalcatura bio-psico-medica per considerare l’atto sessuale come un fenomeno umano ancorato a precisi significati simbolici, condivisi, rielaborati e adattati costantemente all’interno delle interazioni umane e luenzati e capaci di esercitare ancora un forte e decisivo controllo in ogni aspetto della sessualità dell’individuo.

Rinaldi C, Cappotto C, Belluzzo M, Caldarera R (2021). Devianze sessuali. In C. Rinaldi, A. Dino (a cura di), Sociologia della devianza e del crimine. Prospettive, ambiti e sviluppi contemporanei (pp. 426-438). Milano : Mondadori education.

Devianze sessuali

Rinaldi C
;
Cappotto C;Belluzzo M;Caldarera R
2021-01-01

Abstract

La sessualità è una delle dimensioni umane che hanno ricevuto maggiori forme di controllo, regolamentazione e normalizzazione. In particolare, essa è divenuta argomento di studio tramite approcci essenzialisti riconducibili al concetto di scientia sexualis, che proponeva una sessualità monolitica, ancorata ai concetti di giusto e sbagliato, morale e immorale, normale e anormale. dipendentemente dalle culture e organizzazioni di riferimento. Ancora oggi, nonostante le riflessioni in chiave simbolico-interazionista offerta da autori quali Garfinkel, Goffman e Simon e Gagnon, la sessualità appare regolamentata dal discorso medico e legata a doppio nodo dalla dimensione morale. Anche le discipline sociologiche e criminologiche non sono state esenti dagli influssi delle concezioni moralistiche della sessualità sviluppate in epoca tardovittoriana, e con difficoltà hanno rinunciato all’impalcatura bio-psico-medica per considerare l’atto sessuale come un fenomeno umano ancorato a precisi significati simbolici, condivisi, rielaborati e adattati costantemente all’interno delle interazioni umane e luenzati e capaci di esercitare ancora un forte e decisivo controllo in ogni aspetto della sessualità dell’individuo.
Settore SPS/12 - Sociologia Giuridica, Della Devianza E Mutamento Sociale
Rinaldi C, Cappotto C, Belluzzo M, Caldarera R (2021). Devianze sessuali. In C. Rinaldi, A. Dino (a cura di), Sociologia della devianza e del crimine. Prospettive, ambiti e sviluppi contemporanei (pp. 426-438). Milano : Mondadori education.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Dino_Rinaldi_DEVIANZE SESSUALI.pdf

Solo gestori archvio

Descrizione: Articolo principale completo di copertina e indice
Tipologia: Versione Editoriale
Dimensione 438.12 kB
Formato Adobe PDF
438.12 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10447/515032
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact