Orgoglio poetico e lode del sovrano nei “carmina” di Enrico di Avranches per Federico II