Le "cose e le parole" scomparse e recuperate. Una proposta per la città e i suoi borghi