Diritti umani e pluralismo tra argomentazione e negoziazione