«Per lo più senza desideri e un poco infelici». Ritratto della madre perduta in Wunschloses Unglück di Peter Handke