Perception, knowledge and the processes of signification connected to space are for anthropology incessant food for thought. The phenomenology of contemporary space presupposes knowledge of the concept of place - and of everything that shows an alteration of it for the most varied reasons (political, economic, managerial, racial). With the awareness that the metamorphoses of space generate thought and experience and vice versa, the photographic volume Nonluoghi (2020) is examined which, recalling the anthropological concept of non-place, tries to photograph it, highlighting its current characteristics, possibilities, dynamism, the transits, the imaginations, without the pretension, to brand certain spaces and practices that express the peculiar traits of the non-place conceived and rethought by Augé.

La percezione, la conoscenza e i processi di significazione connessi allo spazio sono per l’antropologia spunti di riflessione incessante. La fenomenologia dello spazio contemporaneo presuppone la conoscenza del concetto di luogo – e di tutto ciò che di questo mostri un’alterazione per le più svariate ragioni (politiche, economiche, gestionali, razziali). Con la consapevolezza che le metamorfosi dello spazio generano pensiero ed esperienza e viceversa si prende in esame il volume fotografico Nonluoghi (2020) che, richiamando in causa il concetto antropologico di nonluogo prova a fotografarlo mettendo in luce le sue caratteristiche attuali, le possibilità, le dinamicità, i transiti, le immaginazioni, senza la pretesa, di marchiare a fuoco certi spazi e pratiche che esprimono dei tratti peculiari del nonluogo pensato e ripensato da Augé.

Di Maggio Fabiola - Di Donato Michele (2021). Nonluoghi. Percorsi di visioni #1. DIALOGHI MEDITERRANEI(48).

Nonluoghi. Percorsi di visioni #1

Di Maggio Fabiola
2021

Abstract

La percezione, la conoscenza e i processi di significazione connessi allo spazio sono per l’antropologia spunti di riflessione incessante. La fenomenologia dello spazio contemporaneo presuppone la conoscenza del concetto di luogo – e di tutto ciò che di questo mostri un’alterazione per le più svariate ragioni (politiche, economiche, gestionali, razziali). Con la consapevolezza che le metamorfosi dello spazio generano pensiero ed esperienza e viceversa si prende in esame il volume fotografico Nonluoghi (2020) che, richiamando in causa il concetto antropologico di nonluogo prova a fotografarlo mettendo in luce le sue caratteristiche attuali, le possibilità, le dinamicità, i transiti, le immaginazioni, senza la pretesa, di marchiare a fuoco certi spazi e pratiche che esprimono dei tratti peculiari del nonluogo pensato e ripensato da Augé.
Settore L-ART/06 - Cinema, Fotografia E Televisione
http://www.istitutoeuroarabo.it/DM/nonluoghi-percorsi-di-visioni-1/
Di Maggio Fabiola - Di Donato Michele (2021). Nonluoghi. Percorsi di visioni #1. DIALOGHI MEDITERRANEI(48).
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Nonluoghi_Percorsi di Visioni_1.pdf

accesso aperto

Descrizione: articolo principale
Tipologia: Post-print
Dimensione 135.88 kB
Formato Adobe PDF
135.88 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10447/492961
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact